Alla scoperta di animali e piante nelle chiese veronesi

Santa Maria in Organo

Sesto evento per la città organizzato da Verona Minor Hierusalem. Sabato 8 giugno si parte dalle esposizioni storiche del Museo di Storia naturale per scoprire il ruolo di animali e piante nella pittura e negli intarsi dell’arte veronese.

Quale potenza avevano agli occhi dei fedeli gli animali raffigurati negli affreschi? A quali espressioni simboliche rimandavano? Agli animali e alle piante rappresentati nelle chiese veronesi è dedicato il sesto evento realizzato dalla Fondazione Verona Minor Hierusalem per la città. “Biodiversità e salvaguardia ambientale: animali e piante tra arte e territorio” si terrà sabato 8 giugno dalle ore 14.00 alle 17.30. Ritrovo al Museo di Storia Naturale di Verona (Lungadige Porta Vittoria, 9) alle ore 14.00.

Al Museo di Storia Naturale i visitatori potranno infatti ammirare gli animali esposti nelle collezioni storiche, che si ritroveranno raffigurati negli affreschi realizzati dai pittori veronesi nella chiesa dei SS. Nazaro e Celso e nelle tarsie di Fra Giovanni a S. Maria in Organo. Preposti, inoltre, specifici laboratori didattici per i bambini e i ragazzi di età compresa tra 6 e 12 anni. Sotto la guida di un volontario potranno infatti ricomporre le tarsie realizzate dal grande artista veronese, vissuto tra il 1400 e il 1500, fra Giovanni.

Alle 16.30, prima della visita della chiesa dei SS. Nazaro e Celso, i partecipanti potranno assistere a un breve concerto di campane realizzato in collaborazione
con la Scuola Campanaria di Verona.

Partecipazione a ingresso libero con iscrizione obbligatoria sul sito www.veronaminorhierusalem.it. Come di consueto, l’evento sarà preceduto da una serata di formazione e approfondimento aperta a tutta la città, sempre sul tema: “Biodiversità e salvaguardia ambientale: animali e piante tra arte e territorio” che si terrà martedì 4 giugno in Vescovado, nella Sala dei Vescovi dalle ore 20.00 alle ore 22.00.

Interverranno: il Professor Giovanni Bresadola (Associazione Rivela) con una relazione su “Gli alberi e le piante nella tradizione e nella tarsia benedettino olivetana” e il Tenente Colonnello Riccardo Corbini, Comandante Reparto Carabinieri Biodiversità Verona, che parlerà di “Tutela della biodiversità vegetale”. Con loro anche Katia Dell’Aira, Responsabile progetti educativi Fondazione A.R.C.A., per parlare di “Salvaguardia e conservazione tecnica“.

L’evento mensile è organizzato grazie al  contributo di Banco BPM e Cattolica Assicurazioni. In riferimento al Bando Valore Territori, della Fondazione Cariverona, l’evento godrà, inoltre, del partenariato di Fondazione A.R.C.A. e Associazione Rivela e con il sostegno dei Musei del Comune di Verona. Gli accompagnatori saranno Katia Dell’Aira, Responsabile progetti educativi Fondazione A.R.C.A. e Davide Galati, storico delle religioni.

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.