Tosetto: «Dopo la pandemia, riscoprire i luoghi caratteristici»

A intervenire nella serata di giovedì 16 luglio dedicata agli Stati Generali della Lessinia, al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova, anche Pier Andrea Tosetto, docente universitario. Il docente ha messo in evidenza l'importanza di riscoprire i luoghi caratteristici e le bellezze dell'Italia, che abbiamo corso il rischio di dimenticare andando in vacanza in Paesi stranieri.

«La pandemia globale che abbiamo attraversato è stata forse un episodio di riflessione. Ci siamo accorti che il fatto di dover andare in vacanza in Paesi stranieri con tutta probabilità ci ha fatto dimenticare quanto bella sia la nostra Italia». 

Questa la riflessione di Pier Andrea Tosetto, docente universitario, nella serata dedicata alla settima edizione degli Stati generali della Lessinia.

Il docente prosegue affermando come questo sia il momento più opportuno per riconsiderare le nostre località e gli elementi caratteriali che le costuiscono: «In questi momenti particolari, occorre davvero riscoprire le forme più tradizionali del turismo di prossimità.

Occorre recuperare i valori storici delle nostre località e soprattutto riconsiderare le tipicità dei nostri prodotti, l’enogastronomia, le attività ludiche sul territorio. Tutte questioni che dovremmo far mutuare ai nostri giovani». 

Su quest’ultimo concetto, precisa: «È un argomento di cui stiamo parlando molto in università. Ai nostri ragazzi che ci chiedevano dove andare in vacanza, abbiamo risposto proprio questo: “Cercate di riscoprire i vostri luoghi caratteristici.

Siete nati in posti che magari ora non abitate, cercate di recuperare queste situazioni e questi luoghi perché, oltre al fatto di riconoscere quello che i vostri genitori e i vostri avi hanno costruito per voi, potreste ritrovare situazioni che ancora non conoscete”», conclude Tosetto.