Roveredo di Guà, la Pro Loco: «Siamo positivi e continuiamo ad aiutare i nostri concittadini»

Davide Sinico, Presidente della Pro Loco di Roveredo di Guà, ha fatto il punto sulle conseguenze che l'emergenza sanitaria ha riversato sul Comune, con l'annullamento degli eventi e delle feste paesane tradizionali.

«Siamo fermi con qualunque attività purtroppo. Le uniche attività che siamo riusciti a svolgere normalmente sono state la Festa del Radicchio a fine gennaio e la Festa del Salame cotto alla brace a metà febbraio. Ad oggi non ci sono ancora linee chiare su cosa potremo fare in futuro».

«Il giorno di San Pietro, il 29 giugno, avremmo dovuto svolgere la nostra sagra paesana, però purtroppo non sappiamo ancora se sarà possibile organizzare qualcosa. Sarebbe bello organizzare una manifestazione alternativa, una “Festa della Liberazione” per celebrare, con un nome ironico, l’ottenimento di una nuova libertà, della possibilità di incontrarsi normalmente e festeggiare insieme, magari chiamando tutti i cittadini in piazza e preparare un risotto da mangiare tutti in compagnia».