Premio Salgari, ecco chi sono i tre vincitori

Sono stati presentati giovedì 1 ottobre nella Loggia di Fra’ Giocondo al Palazzo Scaligero i vincitori dell'ottava edizione del premio di letteratura avventurosa “Emilio Salgari”.

Ad aggiudicarsi il premio Giorgio Fontana, con “Prima di noi”, edito da Sellerio, Marina Migliavacca Marazza, autrice di “Io sono la strega”, pubblicato da Solferino e infine Ben Pastor, con l’opera “La grande caccia”, edita da Mondadori. Al tavolo, insieme agli scrittori, il Presidente della Provincia, Manuel Scalzotto, il Sindaco di Negrar Roberto Grison e l’Assessore alla Cultura di Negrar, Camilla Coeli.

La formula del premio biennale, inalterata dalla prima edizione, ha previsto che venisse scelta, da una giuria di esperti, una rosa di tre opere di autori nazionali pubblicate tra il 2019 e il 2020 nel panorama dei libri italiani d’avventura. I tre finalisti sono quindi vincitori ex aequo. Inoltre, tra questi, verrà premiato “Il Vincitore della Giuria Popolare”, costituita da lettori e frequentatori di un’ampia rete nazionale di associazioni culturali, circoli di lettura, biblioteche e librerie che esprimeranno individualmente la loro preferenza per uno dei romanzi finalisti, tramite cartoline o votando sul sito.

Le premiazioni sono in programma il 21 novembre. I vincitori riceveranno un riconoscimento in denaro e il Premio “Ilcorsaronero”, la riproduzione della statua di Emilio Salgari, posizionata davanti alla biblioteca civica di Verona, opera dello scultore Sergio Pasetto.

I precedenti vincitori del premio della giuria popolare sono stati: Valerio Massimo Manfredi nel 2006, Folco Quilici e i Wu Ming nel 2008, Pino Cacucci nel 2010, Marco Buticchi nel 2012, Simone Sarasso nel 2014, Marco Steiner nel 2016 e Matteo Strukul nel 2018.

Il premio nasce nel 2006 con l’intento di valorizzare la letteratura contemporanea d’avventura e far riscoprire la Valpolicella, terra veronese dove il famoso scrittore Emilio Salgari trascorse gli anni dell’adolescenza e dalla quale trasse ispirazione la sua creatività. Il concorso è organizzato dall’associazione “Ilcorsaronero” di Verona, dal Comune di Negrar di Valpolicella e dall’Università del Tempo Libero di Negrar (Utl) in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Negrar di Valpolicella, la casa editrice il Rio di Mantova, la casa editrice Oligo Editori di Mantova e la libreria Pagina 12 di Verona. Inoltre il premio è patrocinato dalla Regione del Veneto, dalla Provincia di Verona, dal Comune di Negrar di Valpolicella e sostenuto da varie associazioni culturali nazionali.

«Qualsiasi forma di sviluppo non può prescindere da cultura e storia – ha affermato il Presidente Scalzotto –. In questo il premio Salgari è esemplare poiché mette in relazione, attraverso la figura di uno dei grandi scrittori italiani, letteratura, lettura e promozione del territorio. Congratulazioni dunque ai vincitori e complimenti al Comune di Negrar e agli organizzatori per quanto fatto in questi anni».