Festa della Repubblica: «Ripartiamo da qui»

Ristretta, per necessità contenuta e sobria, ma «ricca di significato» così il sindaco ha definito la cerimonia di oggi. Attorno al monumento di Vittorio Emanuele in piazza Bra, oltre ai rappresentanti delle istituzioni anche, per la prima volta, gli esponenti delle categorie sanitarie.

Niente plotoni delle Forze Armate, nessun assembramento alle 10 per l’alzabandiera, ma applausi densi di gratitudine, indirizzati ad alcuni medici presenti e alla coordinatrice del settore infermieristico.

Poi gli interventi del sindaco Federico Sboarina e del Prefetto Donato Cafagna che ha poi letto il messaggio del presidente Mattarella.

 In applicazione alle norme anti assembramento dovute alla pandemia, la manifestazione di quest’anno non ha potuto svolgersi con il consueto programma, non ci sono state le cerimonie al chiuso in Gran Guardia così come non si è tenuto l’ammainabandiera nel pomeriggio.