Giornata impegnativa quella di ieri sul fronte del contrasto alla droga per la Questura scaligera. Da una parte, una litigata fragorosa in via Palladio ha svelato agli agenti la presenza massiccia di droga in casa, dall’altra una busta con 250 grammi di marijauna nascosti in uno zaino nell’abitazione di una persona con precedenti dello stesso tipo.

Nel primo caso a destare l’interesse della polizia sono state proprio le grida che provenivano da un appartamento del centro: qui è stata trovata la proprietaria assieme ad un’altra donna e ad un uomo con precedenti per spaccio, furto, resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione.

Scattata in automatico la perquisizione, la Polizia e i cani antidroga della Guardia di Finanza hanno scovato un po’ di tutto: dai bilancini al grinder per tritare la marijuana, poi eroina per 360 grammi e 4 involucri di hashish per un totale di oltre mezzo chilo.

Insomma, secondo la polizia, l’uomo si sarebbe trovato lì per spacciare; per lui è scattato il divieto di dimora nella città e il processo è rinviato alla settimana prossima.

Droga che è stata trovata anche nella casa di un trentenne di Borgo Roma, dopo che l’uomo aveva cercato di passare inosservato viaggiando con i fari spenti del suo furgone di notte. Ma la polizia lo ha fermato, perquisito e in casa gli è stata trovata una busta con 250 grammi di marijuana.

E poi c’è una terza denuncia, questa volta a piede libero, per un uomo con un precedente di droga dello scorso 8 agosto, che è stato avvistato in piazza Bra in compagnia di persone già segnalate per lo stesso motivo. Così è scattata la perquisizione, e nonostante l’uomo non avesse niente addosso, gli agenti sono riusciti ad incastrarlo perchè in possesso di grandi quantitativi di denaro. L’uomo è stato denunciato a piede libero.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.