Un fiume, un torrente, una cascata in paese ad Avesa. Difficile chiamare in altro modo la fuoriuscita d’acqua che allaga la zona di via Indentro nella frazione di Verona ogni volta che le piogge si fanno abbondanti. Negli ultimi due giorni la situazione si è fatta di nuovo critica, la situazione di questa mattina è quella ritratta nel video.

«Sono le acque del torrente Lorì, interrato anni fa, che escono e invadono la strada» spiega Giovanni Anastasi, residente della zona. «Le condutture probabilmente non sono state costruite in modo adeguato, periodicamente i chiusini si intasano e quando piove la situazione è questa. Come oggi escono la Polizia Locale, i Vigili del Fuoco e interviene un autospurgo, ma la volta successiva dopo siamo di nuovo nella stessa situazione».

Il problema, spiega Anastasi, è stato segnalato ad Acque Veronesi e Amia, e i Vigili del Fuoco e la Polizia Locale hanno fatto rapporto. «Acque Veronesi ci aveva detto che forse avrebbero inviato dei tecnici, ma che la questione potrebbe essere in carico ad Amia. Noi non abbiamo visto nessuno, e la situazione non si sblocca».

Oltre ad affrontare l’emergenza, i residenti chiedono infatti di affrontare la questione alla radice. «Bisognerebbe andare a riprendere i progetti iniziali, capire come è stato fatto questo lavoro, chi ha dato i permessi di deviare il Lorì – aggiunge Anastasi – e risolvere il problema».

Non manca la delusione nei confronti delle istituzione: «Un lavoro fatto male, cui si deve rimediare. Non so a chi tocchi, ma noi “comuni mortali” continuiamo a subire. Non si trattano le persone in questa maniera, continuando con questo scaricabarile. Noi di via Indentro ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni. Il sindaco venga qui, a vedere la situazione in cui devono vivere i cittadini».

Immagini inviate da Beatrice Calzavara.