Restauro di Porta Nuova: quali sono gli sponsor

Svelati gli sponsor che supporteranno il restauro di Porta Nuova: sono Fastweb, che ha coniato per Verona uno slogan ad hoc,  ad aprile sarà invece la volta di Gardaland, quindi Bmw, che userà gli spazi pubblicitari a ottobre e novembre, e poi Bauli, padrone della scena nei mesi natalizi, da novembre a gennaio, nei quali non mancherà il tradizionale albero addobbato.

D’altronde, la sponsorizzazione tecnica – così si chiama la formula che permette alle Amministrazioni di ottenere il restauro completamente gratuito dei monumenti –  è vantaggiosa per il Comune, che restaura Porta Nuova a costo zero, ma anche per gli sponsor stessi. Sono tre infatti i grandi cartelloni pubblicitari affissi sul retro del monumento e sui lati, per 410 metri quadrati di spazio ben visibile a cittadini e turisti, essendo Porta Nuova la principale via d’ingresso alla città.

Per la sua posizione strategica, inoltre, Porta Nuova sarà interessata anche da un altro progetto, sempre legato alle sponsorizzazioni, il primo in Italia di questo tipo. Per tutta la durata del cantiere, sarà infatti monitorato il traffico di auto e di pedoni che transitano nell’area: si tratta di uno studio utile ai fini pubblicitari per capire da quante persone uno sponsor può essere visto, ma anche per l’Amministrazione, impegnata per migliorare le dinamiche del traffico.

Alla cerimonia di oggi, a Porta Nuova, c’erano tutti i principali protagonisti della sponsorizzazione tecnica, affidata tramite bando al Raggruppamento Temporaneo con a capo la ditta THEMedia S.r.l., leader a livello nazionale nel settore sponsor, Tieni Costruzioni 1836 S.r.l, incaricata dell’esecuzione dei lavori , e DMA Associati S.r.l. per la parte dei servizi tecnici.

Insieme al sindaco Federico Sboarina e all’assessore ai Lavori pubblici Luca Zanotto, c’erano quindi Paolo Rossi, amministratore delegato di THEmedia, Francesco Tieni per Tieni Costruzioni, Dario Masin per DMA Associati, Elena Marchetto di Fastweb e Aldo Maria Vigevani, ad di Gardaland.