GREZZANA: INVESTITO UN MILIONE DI EURO PER LA NUOVA RETE FOGNARIA

E’ tempo di realizzare le opere che permetteranno di risolvere i problemi legati allo scarico delle fognature di due frazioni e di rinnovare ed ampliare vari tratti di rete fognaria. Nel novembre scorso, infatti, c’è stata la consegna dei lavori all’associazione temporanea di imprese composta dalle ditte Parolini Giannantonio Spa, Pazzocco Costruzioni srl, Bulfaro Costruzioni srl e Zampieri srl che porteranno ad un consistente rinnovamento nella gestione delle fognatura del Comune di Grezzana. L’ntervento, già iniziato, verrà completato entro il primo maggio 2010.

Particolarmente importanti sono il completamento della rete fognaria della frazione Rosaro, comprensivo di una stazione di spinta che farà convogliare i reflui sulla strada Panoramica, e di quella della sua contrada Macchielli, con il suo collettamento alla fognatura mista di via Monte Tregnago, che in tutto contano poco più di 500 abitanti.

Importanti perché permettono di collegare alla rete le due località, facendo si che i reflui arrivino al depuratore, che saranno servite da un nuovo impianto di trattamento delle acque reflue dotato di quattro vasche Imhoff.

Non meno significativi sono poi gli interventi che riguardano le località Corso e Martin, che fanno parte della frazione di Lugo e contano in tutto circa 170 abitanti. Qui è prevista la realizzazione di un collettore secondario che servirà a collettare i reflui alla tubazione principale.

Entrambi questi interventi, che rientrano in un piano di investimenti di circa un milione di euro, e sono stati oggetto di un finanziamento della Regione, tramite l’assessore all’Ambiente Giancarlo Conta, avranno quindi l’effetto di creare una forma decisamente migliorativa dello smaltimento dei reflui. Reflui che al termine, infatti, verranno trattati in impianti dotati di una tecnologia all’avanguardia e non più in vasche dislocate sul territorio.

Per Giovanni Sala, direttore tecnico di Acque Veronesi, "l’impegno e l’attenzione della società consortile nei confronti della Lessina sono sempre stati molto forti, e questi interventi rappresentano solamente il primo anello di un piano che riguarderà l’intera zona grazie al rifacimento del futuro collettore che sarà potenziato per ottimizzare il servizio di fognatura di tutti i Comuni della montagna veronese ".

"Il Comune di Grezzana è divenuto grazie a questi interventi un modello per l’intera zona"
Così il Sindaco, Mauro Beliamoli, che commenta: "Dopo l’inizio dei lavori della fognatura di Azzago, per i quali il Comune aveva acceso un mutuo con la Cassa depositi e prestiti, e la consegna delle opere all’Impresa che realizzerà le fognature di Rosaro, Busoni e Corso, sono anche state programmate le realizzazioni dei tratti di fognatura di Alcenago, Orsara e il secondo stralcio della fognatura di Azzago, oltre al rifacimento ed adeguamento del collettore di fondovalle. Ringrazio la Regione Veneto, e in particolare l’Assessore Giancarlo Conta, e Acque Veronesi per la collaborazione dimostrata operativamente sul territorio".

Secondo l’Assessore regionale all’Ambiente Giancarlo Conta "Questo intervento è fondamentale per il miglioramento della qualità ambientale e delle condizioni di vita degli abitanti di diverse località e frazioni di Grezzana, e si inserisce in un quadro complessivo di opere importanti e urgenti di tutela dell’intera Lessinia. Per rispondere alle esigenze di tutta la dorsale, da Bosco Chiesa Nuova a Grezzana, la Regione ha infatti previsto interventi per 14 milioni di Euro in tre stralci. Il primo stralcio, pari a 4,5 milioni, è già stato stanziato e a gennaio inizieranno i lavori. Il secondo stralcio è stato inserito nella finanziaria 2010 appena approvata dalla Giunta Regionale. Il terzo sarà nel 2011. Il tutto nell’ottica della preservazione delle risorse naturalistiche e di risoluzione di problematiche ambientali di una delle vallate più belle e importanti della Provincia di Verona.”

www.acqueveronesi.it