Contest “Trovolavoro”, premiati i tre migliori progetti dell’Accademia di Belle Arti

accademia belle arti verona

La job board del Corriere della Sera aveva coinvolto gli studenti per l’ideazione della nuova comunicazione social

Mercoledì 6 giugno si è tenuta nell’aula Kessler dell’Accademia di Belle Arti di Verona la premiazione del contest che ha coinvolto gli studenti del bennio in Italian Strategic Design nella progettazione di nuove proposte per la comunicazione social di Trovolavoro, la job board del Corriere della Sera, da anni punto di incontro fra i migliori talenti e le migliori imprese.

Animato da Antonella Andriani, vice direttore dell’Accademia e designer, coordinato da Giulia Ciliberto, docente del corso di Metodologia progettuale della comunicazione visivail contest è stato avviato su iniziativa di Trovolavoro e, in particolare, del direttore generale Giancarlo Piana, che ha partecipato alla giuria e alla premiazione dei primi tre progetti ritenuti più meritevoli.

«Negli ultimi anni – ha dichiarato Marco Giaracuni, presidente dell’Accademia di Belle Arti – l’impegno di una realtà universitaria come la nostra, per la quale il 2019 ha segnato la conclusione del passaggio alla statizzazione, è stato rivolto a creare occasioni concrete di contatto con il contesto professionale e aziendale del territorio, aprendo molte opportunità di collaborazione per gli studenti nel mondo del lavoro».

«Il contest “Trovolavoro” si colloca  all’interno della proposta virtuosa  – ha detto nella sua presentazione Antonella Andriani –  di attività didattiche che hanno visto gli studenti del bienno magistrale di Design essere protagonisti di progetti importanti sviluppati con le migliori aziende, associazioni e istituzioni affinché siano pronti a inserirsi nel mondo del lavoro, all’insegna dell’Italian Strategic Design, spaziando dal design di prodotto a quello della comunicazione visiva pensata per canali tradizionali o per nuovi media».

«La collaborazione con una delle principali Accademie italiane – ha spiegato Giancarlo Piana, intervenuto alla premiazione – è stata avviata con l’obiettivo di rinnovare l’identità social della job board del gruppo Rcs, il “Trovolavoro”. In un modello di comunicazione in cui il mezzo persiste, il linguaggio è invece in continuo mutamento. I millennials sono i nuovi protagonisti di questa evoluzione e possono aiutarci ad aggiornare i nostri modi di comunicare.”

«Il brief di progetto – ha precisato la docente Giulia Ciliberto illustrando i progetti selezionati – ha riguardato lo sviluppo di una linea di comunicazione visiva che risultasse immediatamente riconoscibile e attribuibile a Trovolavoro all’interno delle principali piattaforme social: un linguaggio visuale in grado di parlare ai propri utenti in modo diretto, indirizzandoli nella ricerca e nella pubblicazione di annunci di lavoro altamente personalizzati, con opportunità di assunzione nel panorama sia nazionale che internazionale. I concept elaborati dagli studenti dell’Accademia sono stati valutati, oltre che per l’efficacia comunicativa del linguaggio ideato, anche in relazione a caratteristiche progettuali di coerenza, replicabilità e finalizzazione».

Primo classificato è risultato il gruppo composto da Francesco Boschetti, Eleonora Fontanella e Federica Tomasello, con la proposta di un set di template per la comunicazione social basato sull’identificazione delle diverse professioni attraverso immagini di mani, intese come entità veicolante di aspetti quali connessione, trasparenza, professionalità.

Secondo classificato il gruppo con Beatrice Borellini e Laura Verri, con un concept elaborato a partire dalla stratificazione di fotografie, illustrazioni, simboli e diagrammi.

Terzo classificato il gruppo di Diego Fanton e Andrea Forni, con il design di una mascotte illimitatamente componibile a fare da intermediaria fra brand e utente.

Fondata nel 1764 ad opera del pittore veronese Gianbettino Cignaroli, l’Accademia di Belle Arti di Verona è una delle più antiche accademie d’Italia e del mondo. Insieme a quelle di Firenze, Perugia, Roma, Bologna e Venezia, rappresenta una delle accademie storiche che più hanno inciso negli ultimi due secoli nella cultura artistica italiana ed internazionale.

L’Accademia dedica particolare attenzione allo sviluppo di tutte le discipline dei suoi corsi formativi per le quali costituisce un punto di riferimento culturale sul territorio locale e su scala nazionale attraverso un intenso programma di iniziative finalizzate alla sperimentazione, alla valorizzazione e alla promozione della ricerca e della produzione dei linguaggi creativi contemporanei.

Importanti collaborazioni sono state instaurate con associazioni, enti e aziende, pubbliche e private, tra cui Veronafiere, Marmomac e ArtVerona, Comune di Verona, Agec, Comfoter, Villa Buri onlus, Donatoni, Verona Marathon, Aga Associazioni Giochi Antichi, Fidapa, per mettere direttamente in campo nel mondo del lavoro le competenze acquisite dagli studenti attraverso contest, laboratori e occasioni lavorative.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.