Bandi 2013: 3 milioni di euro alle imprese veronesi

VERONA – La Camera di Commercio prosegue anche nel 2013 l’azione a sostegno dell’economia veronese: negli ultimi 5 anni sono state messe a bando risorse per 15 milioni di euro.
L’Ente camerale metterà a disposizione, nel 2013, 8,2 milioni di euro a sostegno dell’economia veronese. E’ la cifra stanziata dal bilancio di previsione 2013, approvato il 13 dicembre dal Consiglio camerale.

In considerazione del perdurare del momento di congiuntura economica anticiclica, l’Ente sta dedicando negli ultimi anni particolare attenzione al sostegno agli investimenti volti a favorire progetti di innovazione tecnologica e di internazionalizzazione.

In linea con il processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, una delle principali novità, rispetto al passato, è l’introduzione dell’invio delle domande di contributo esclusivamente con modalità telematica, completamente gratuita previa registrazione sul sito <link=’http://www.registroimprese.it’ class=’_blank’>www.registroimprese.it</link>.

“Abbiamo voluto dare un segnale forte di continuità nella promozione economica e di fiducia alle nostre imprese – afferma Alessandro Bianchi, Presidente della Camera di Commercio di Verona – in un momento in cui il pessimismo sulla ripresa potrebbe incidere negativamente sulla propensione agli investimenti. Gli investimenti sono fondamentali per garantire alle imprese la capacità competitiva necessaria a rimanere sul mercato ed a svilupparsi”.

La Camera di Commercio ha calcolato l’effetto volano dei contributi sull’economia sulla base degli investimenti effettuati dalle aziende: per un euro di contributo, ne sono investiti circa 11. Di conseguenza si stima che i quasi 3 milioni di euro stanziati per i bandi 2013 andranno a generare investimenti diretti per circa 33 milioni.

I bandi saranno aperti dall’11 gennaio 2013 per l’internazionalizzazione e dal 16 gennaio 2013 per l’innovazione tecnologica e chiuderanno in scadenze diverse a seconda dei bandi, come pure diversi sono i periodi di riferimento per l’ammissibilità a contributo delle spese.

La Redazione