Unicef per i bambini siriani donazioni anche da Verona

DAMASCO (SIRIA) – Il conflitto che sta insanguinando la Siria ha, tra le prime conseguenze, il forzato abbandono dell’istruzione da parte dei bambini in età scolare. L’UNICEF, per arginare questo fenomeno, sta facendo grandi sforzi, al fine di permettere ai piccoli siriani di poter continuare a studiare.

I dati raccolti dal Ministero dell’Istruzione della Siria mostrano come, nell’ultimo anno scolastico, il 39% (circa 1,9 milioni) degli studenti registrati sia stato costretto a lasciare il percorso d’istruzione.
I combattimenti in corso nel paese hanno danneggiato oltre 3.000 scuole, soprattutto nelle province di Idlib e Aleppo, dove la frequenza scolastica è scesa, rispettivamente, al 30% e al 23%.
Non meno drammatica, anche nelle scuole che continuano a essere in funzione, è la carenza di materiali scolastici e per l’insegnamento.

L’UNICEF, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e UNRWA, lancerà in questo mese un programma per l’apprendimento a domicilio, che consentirà a più di 400.000 bambini siriani di continuare il loro percorso di studi, forzosamente interrotto a causa della guerra.
All’interno di una situazione molto delicata, come quella che si sta vivendo in Siria, l’istruzione rappresenta uno strumento fondamentale di protezione nei confronti dei bambini i quali, grazie alle iniziative dell’UNICEF, potranno avere un percorso di vita migliore.

L’impegno profuso dall’UNICEF ha fatto in modo che 70 classi prefabbricate, su un totale di 300, siano già state consegnate nei luoghi in cui le scuole hanno subito i maggiori danni. Inoltre, sono state elargiti materiali di cancelleria per oltre un milione di studenti, in tutte le zone del paese.
A breve essi riceveranno anche migliaia di kit per l’apprendimento e l’insegnamento, forniture ricreative e d’istruzione per la prima infanzia.
La drammatica situazione del paese ha fatto in modo che servano ancora 20 milioni di dollari per la stampa e la distribuzione di libri di testo scolastici e per sistemare le strutture danneggiate nel corso del conflitto.

Il Comitato UNICEF di Verona continua la sua opera di raccolta fondi, da destinarsi alle iniziative portate avanti dall’organizzazione per aiutare i piccoli siriani. Gli appartenenti al Comitato desiderano, inoltre, ringraziare tutte le persone che hanno fatto donazioni e tutti coloro i quali si interessano al problema siriano, che mai come ora si rivela di drammatica attualità e urgenza.

<center>Per donazioni:

<list><i>bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Siria”

carta di credito online sul sito www-unicef.it, oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000

bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Siria”

bonifico bancario sul conto corrente intestato a Comitato UNICEF di Verona su Banca Popolare di Verona: IBAN IT82 Z 05034 11723 000000003868, specificando la causale "Emergenza Siria"</i></list>
Per informazioni:

</i>sito web: <link=’http://www.unicef.it’ class=’_blank’>www.unicef.it</link>
e-mail Comitato: <mail=’mailto:comitato.verona@unicef.it’>comitato.verona@unicef.it</mail>
Comitato UNICEF Verona
Via Michelangelo, 23/a
37138 – Verona
Tel. e Fax: 045575345</i></center>

La Redazione