Storie d'immigrazione e speranza per Mondovisioni

New call-to-action

Terzo appuntamento del mese con Mondovisioni, ciclo di documentari promossi dal giornale Internazionale, nonché selezionati fra le proposte dei festival più prestigiosi a livello mondiale come <italic>Berlino, Locarno, Sundance e il Tribeca di New York</italic>.

Venerdì 13 novembre alle ore 21:00 al cinema Teatro Nuovo San Michele, in programma Days of hope.

Il film, prodotto in Danimarca e diretto da Ditte Haarlov Johnesn, tratta il difficile tema dell’immigrazione. Una tematica che raramente riesce ad emanciparsi rispetto al cortocircuito mediatico della retorica e dei più comuni stereotipi. Troppo spesso, infatti, è il migrante irregolare a catturare l’attenzione, magari all’interno di un format che sottolinea il fenomeno come emergenza utilizzando il lessico della minaccia. Il tutto senza tenere conto che dietro ai dati e alle statistiche si celano storie e voci di donne e uomini disperati.

Days of Hope si propone di affrontare con forza proprio queste vicende. Figurano, fra queste, il caso di Harouna, giovane africano che saluta la fidanzata ed il proprio figlio nella speranza di raggiungere l’Europa, ma che si vede bloccato in Mauritania; oppure l’esperienza di Thelma, abbandonata in Ghana da bambina e che dodici anni più tardi riesce a raggiungere la madre in Danimarca; o ancora, l’avventura di Austin, che supera il Mediterraneo passando per il centro di Siracusa, giungendo infine a Copenaghen.

La selezione di documentari sarà in programma fino al 14 dicembre, per altri tre venerdì.

Il costo della singola proiezione va dai 4,50 Euro per l’ingresso ridotto, ai 6,00 Euro per l’intero.

<center>Il trailer del film</center>

<center><iframe width="480" height="385" src="//www.youtube.com/embed/Qd5vb-1sXPU" frameborder="0" allowfullscreen></iframe></center>

La Redazione