Oxford University-Irbm, buoni risultati per il vaccino anti-covid

ll vaccino anti-Covid messo a punto dallo Yenner Institute della Oxford University con la collaborazione dell'italiana Irbm, «ha indotto una forte risposta immunitaria e anticorpale fino al 56esimo giorno della sperimentazione in corso». Questi i risultati pubblicati sulla rivista Lancet.

Il risultato è pubblicato sulla rivista Lancet. ll vaccino anti-Covid ChAdOx1, messo a punto dallo Yenner Institute della Oxford University con la collaborazione dell’italiana Irbm, «ha indotto una forte risposta immunitaria e anticorpale fino al 56esimo giorno della sperimentazione in corso». «Si tratta di risultati preliminari riferiti alla fase 1-2 di sperimentazione che ha coinvolto 1.077 adulti sani. “Ulteriori studi – si legge – sono necessari per confermare se il vaccino protegga effettivamente dal Covid-19».

«L’articolo pubblicato su Lancet evidenzia “promettenti primi risultati” relativamente al vaccino ChAdOx1, che è definito “sicuro” e con “pochi effetti collaterali”. I risultati preliminari hanno infatti dimostrato che nel campione di 1.077 soggetti adulti sani coinvolti nella sperimentazione, il vaccino era in grado di determinare “forti risposte” nella produzione di anticorpi e cellule immunitarie T fino al giorno numero 56 della sperimentazione clinica attualmente in corso».

«Le risposte, sottolineano i ricercatori dello Jenner Institute su Lancet, «possono essere addirittura maggiori dopo una seconda dose, secondo uno studio su un sottogruppo di 10 partecipanti”. Gli autori invitano comunque alla cautela, sottolineando che “ulteriori studi clinici dovrebbero essere condotti su questo prototipo di vaccino”. I risultati attuali, precisano, sono infatti focalizzati sulla risposta immunitaria misurata in laboratorio e “ulteriori test sono necessari per confermare se il vaccino protegga effettivamente dall’infezione Covid-19».(ANSA)