L'idea vincente di alcuni studenti di Bardolino

«Sartoria del Gusto», la start up ideata dagli studenti della 4°C enogastronomia dell’istituto alberghiero «Carnacina» di Bardolino ha vinto ieri, a Vicenza, la finale del progetto «Giotto a Bottega da Cimabue. Facciamo un’impresa», avviato un anno fa e voluto da Gruppo giovani di Confartigianato Veneto, Regione, Veneto Sviluppo ed Ufficio scolastico Veneto, con il cofinanziamento del fondo sociale europeo.

L’intero progetto ha coinvolto 57 istituti professionali statali e Cfp veneti, 57 imprese artigiane e 1.500 studenti, autori di 90 idee imprenditoriali in cinque diversi ambiti.

La start up degli studenti scaligeri vincitrice riguarda un ristorante con 100 coperti nel cento cittadino, che offre un servizio di somministrazione di cibi e bevande sani. «Abbiamo posto», hanno detto i ragazzi, «l’attenzione all’apporto dei valori nutrizionali, ai corretti abbinamenti e al gusto. Il menù del pranzo è personalizzato, preparato come un "abito cucito su misura". Il nostro ristorante predilige i prodotti certificati ed è condotto da personale altamente qualificato».

La redazione