Al Festival Day c’è anche Verona in Love

Arriva il 30 aprile il Festival Day a sostegno della Musica e delle Imprese, degli Operatori e dei Lavoratori della Musica. Dalle 13 all’Una di Notte, diretta non stop su www.sport2u.tv e sulle piattaforme on line. A partire dalle 22.20 sarà in collegamento anche Verona in Love.

Dopo il grande successo de L’Italia in una Stanza con 235 mila spettatori, 400 contributi video, 1.500 personaggi e musicisti del mondo della musica e dello sport coinvolti, 50 mila euro raccolti per la Protezione Civile, insieme a 50 associazioni, con Renzo Arbore testimonial, circa 50mila euro raccolti per la Protezione Civile contro il Coronavirus, torna con una grande giornata il Festival Day a Sostegno della Musica, oggi giovedì 30 aprile, con una giornata dedicata ai festival del nostro paese, pilastro fondamentale della diffusione di arte e musica e della piattaforma di scouting del Made in Italy musicale, che si terrà dalle 14 alle 24 sulla piattaforma on line www.sport2u.tv .

Per l’occasione ogni festival avrà uno spazio nel quale si presenterà e presenterà i suoi migliori artisti ed iniziative. Verona in Love sarà in collegamento alle 22:20 ed in particolare racconterà la prima edizione del Prmeio Arte d’Amore, dedicato al cantautorato d’amore emergente, con Massimo Bubola presidente di giuria, che per l’edizione 2020 dopo aver avuto raccolto una trentina di brani ed altrettanti artisti,  dopo la finalissima sul palco principale di Piazza dei Signori il 15 febbraio, ha assegnato la vittoria a Giada Ferrarin con la canzone “Il Paracadute”. La vincitrice grazie al Verona in Love vedrà la produzione del brano nel rinomato studio discografico “Sotto il Mare”.

Ma non è finita qui, perché il Verona in Love durante il collegamento, che verrà aperto da Francesca Briani, Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Verona, insieme agli Organizzatori, dà appuntamento e lancia il concorso per l’edizione 2021, che aprirà le candidature a settembre e avrà una portata europea. Questo perché l’amore non ha confini, ed in tempo di COVID 19, ancora di più. Con il premio Arte D’Amore, Verona in Love, attraverso il cantautorato d’autore, vuole dare il segno che la musica,  medium per eccellenza che unisce le persone, deve essere vitale e la produzione di opere non deve fermarsi. Soprattutto nel segno dell’amore.  

Il collegamento del Verona in Love si chiuderà con la partecipazione di Veronica Marchi, artista e testimonial in particolare del progetto Lady Day, contro la violenza, che ha aperto la rassegna 2020 insieme a Irene Fornaciari, Caterina Cropelli, Lucia Miller, Francesca Cheyenne e molte altre, che per l’occasione presenterà la propria etichetta “Maieutica” ed eseguirà un brano inedito. Il festival è dedicato al grande maestro Lelio Luttazzi.