Weekend di fuoco, tra bus in fiamme e centro sportivo devastato

Sabato il fuoco ha divorato un autobus di linea Atv all’altezza di Grezzana, un malfunzionamento del motore pare all’origine del disastro. Si fa strada un’ipotesi di dolo invece per il centro sportivo Couver in zona Chievo devastato dalle fiamme nella serata di ieri.

Alle 20 di domenica le fiamme hanno avvolto il Couver tennis, il centro sportivo del Chievo da anni abbandonato al suo destino. Una gigantesca colonna di fumo nero ha spaventato i residenti ed è stata visto persino in Lessinia e i diverse zone della provincia. 

Oggi appare completamente distrutto uno dei due edifici che componevano la struttura, frequentatissima negli anni Ottanta da tanti veronesi. Al vaglio delle forze dell’ordine la natura dell’incendio: non si esclude la pista dolosa oppure quella colposa, magari una sigaretta buttata a terra vicino alle sterpaglie che circondano l’area. Vittima di anni di degrado, spesso domicilio imprevisto di barboni e drogati, l’ex Couver già nel 2011 aveva subito un incendio.

Lavoro intenso per i Vigili del fuoco anche a Grezzana per un incendio che ha distrutto un autobus di linea Atv nella serata di sabato. Il mezzo, diretto a Romagnano, ha iniziato improvvisamente a bruciare. La prontezza dell’autista che ha fatto immediatamente scendere i cinque passeggeri, rimasti illesi, ha evitato la tragedia. Il pullman è stato immediatamente avvolto dalle fiamme e c’è voluta un’ora e mezza per ripristinare la viabilità e mettere in sicurezza l’area.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.