Tutti gli itinerari a piedi che portano all’Ipogeo di Santa Maria in Stelle

Il Gruppo Giovani Volontari Ipogeo ha creato una nuova mappa che traccia sei sentieri da percorrere a piedi che portano tutti all’Ipogeo di Santa Maria in Stelle. La potete trovare sul sito ipogeostelle.it, allo IAT e nelle otto Circoscrizioni

Da Novaglie al Castello di Montorio, prendendola larga e passando dal Piccolo Stelvio. Ma anche da Sezano al Monte Cucco. L’importante è passare dall’Ipogeo di Santa Maria in Stelle. Perchè tutte le strade portano lì, almeno nella nuova mappa in formato A2 realizzata dal Gruppo Giovani Volontari Ipogeo della Parrocchia di Santa Maria Assunta di Verona. Una cartina che dà vita a sei sentieri, e ne descrive le caratteristiche tecniche, in modo da portare flussi di persone a camminare alla scoperta del paesaggio e naturalmente, dell’Ipogeo.

Ciascun percorso è schedato per difficoltà, lunghezza, punti di interesse presenti, offerta naturalistica. La mappa fornisce anche indicazioni su come raggiungere l’Ipogeo, in macchina, in bici o con i mezzi pubblici; sulle caratteristiche fisiche dei percorsi; sui punti di interesse che rendono ciascun tracciato unico e affascinante.

Dalla piazza di Santa Maria in Stelle parte il percorso più popolare della zona collinare, che porta al Piccolo Stelvio, ma anche il tracciato verso il Monte Cucco, i percorsi dell’Oltrevalle, la Pontara, il Tornaindietro e il sentiero di Venere.

La mappa, dal nome “L’Ipogeo e le sue vie“, è stata portata all’attenzione dell’amministrazione dal consigliere Tommaso Ferrari, ed è stata realizzata dai Giovani Volontari Ipogeo in oltre un anno di lavoro, che li ha visti impegnati nella raccolta di tutti gli elementi di ciascun sentiero, per essere poi trasferiti sulla carta.

Già 10 mila le copie distribuite tra lo IAT e le otto Circoscrizioni e altrettante saranno pubblicate a breve in lingua inglese. La mappa è scaricabile anche dal sito www.ipogeostelle.it, sul quale si può consultare il breve ma significativo cortometraggio realizzato, anche con i droni, per presentare l’iniziativa e promuovere il territorio.

Il Comune si arricchisce così di un nuovo strumento di promozione turistica, per invitare cittadini e turisti a conoscere luoghi meno noti ma altrettanto ricchi di bellezza e storia.

A tal fine, sabato 27 aprile, si terrà una vera e propria giornata di presentazione dedicata alla cittadinanza, con i volontari e le associazioni che accompagneranno i camminatori a sperimentare i vari percorsi. Dalle 8.30, ogni mezz’ora, saranno proposte passeggiate e incontri aperti a tutti, sportivi, famiglie, giovani e anziani.

Per l’occasione Acque Veronesi distribuirà 500 borracce di alluminio, per sensibilizzare al rispetto dell’ambiente ma anche per invitare i veronesi a bere l’acqua del sindaco, le cui proprietà sono state recentemente certificare da uno studio dell’Università di Medicina.