Un lancio di palloncini per i bambini malati di cancro

Un gesto di vicinanza a tutti quei bambini affetti da tumori o leucemie che si è svolto questa mattina all’Ospedale della Donna e del Bambino di Borgo Trento

Per la giornata mondiale contro il cancro infantile la Federazione Italiana delle Associazioni di Genitori di bambini e adolescenti che hanno contratto tumori o leucemie (FIAGOP) ha organizzato un lancio di palloncini dorati come segno di vicinanza a tutti quei bambini (e alle loro famiglie) con tumori o leucemie. A Verona la celebrazione è stata accolta dall’associazione Abeo.

Un gesto che fa da bandiera al coraggio e la forza dei bambini malati che combattono ogni giorno una malattia che oggi è diventata curabile.

Lo si può dire dando un’occhiata ai dati.

La malattia infantile colpisce ad oggi in Italia, sotto forma di linfomi e tumori solidi o leucemia, 2200 bambini ogni anno. Insomma, 1 bambino su 650 entro i 15 anni di età.

Circa l’80% dei malati pediatrici vive nei paesi a basso reddito, e l’80% di loro muore di cancro.

Le cause? Mancanza di diagnosi corrette e di cure adeguate.

Si presume siano 100 000 i bambini che potrebbero essere strappati dalle braccia della morte se solo  gli fosse garantita una diagnosi tempestiva e l’accesso alle cure al pari dei loro coetanei europei.