Premio Verona Network, incoronato Giuseppe Manni

 Oltre ai successi imprenditoriali, Giuseppe Manni ha scritto una storia di filantropia non comune con il suo impegno silenzioso e costante per la città di Verona. Ieri, venerdì 21 aprile, è stato premiato dai 61 soggetti che compongono la rete di Verona Network.

«Per i risultati ottenuti dal Gruppo Manni e per l’impegno dimostrato nei confronti di realtà sociali, artistiche e culturali del panorama veronese, nazionale e internazionale». Questa la motivazione che ha accompagnato la consegna del Premio Verona Network a Giuseppe Manni. Altri riconoscimenti speciali sono andati a persone e realtà territoriali che si sono particolarmente distinte per impegno, innovazione e ricadute socio economiche. I 61 soggetti istituzionali ed enti che compongono Verona Network, nella serata di ieri, venerdì 21 aprile, presso Villa Arvedi, a Grezzana hanno fregiato dell’importante decoro altre quattro realtà scaligere. La madrina della serata è stata Silvia Lavarini, Miss Miluna e Miss Veneto.

I RICONOSCIMENTI. Imprese (assegnato all’imprenditore Giuseppe Manni), Start Up (assegnato ad Antonello Vedovato di Fondazione Edulife per l’idea di coworking 311), Associazioni (assegnato a Mauro Galbusera ed Elisabetta De Strobel per il progetto To Be Verona), Enti istituzionali (assegnato a Alessio Albertini e Giovanni Molinaroli, rispettivamente sindaco di Belfiore e Caldiero per il tentativo di fusione dei due Comuni). Veronesi Protagonisti (assegnato a Sergio Pellissier, capitano del Chievo).

PREMIO IMPRESE. Imprenditore illuminato, presidente di una storica realtà industriale veronese che opera nel campo siderurgico da oltre 70 anni e che dà lavoro a oltre mille persone, Giuseppe Manni si eleva nel panorama scaligero per le sue capacità manageriali e non solo. Nota ed encomiabile è la sua attenzione nei confronti di progetti di sviluppo e diffusione dell’arte e della cultura, in Italia e nel mondo, attraverso collaborazioni con Università, istituzioni, associazioni ed ordini professionali.

giuseppe-manni-premio-imprese

 

PREMIO STARTUP. A ritirare il riconoscimento dedicato all’innovazione nella sua applicazione più concreta Antonello Vedovato di Fondazione Edulife, oggi al traguardo del primo anno di vita del coworking 311.

 

antonello-vedovato-coworking-311

PREMIO ASSOCIAZIONI. Ad Ass.Im.p, coraggiosa promotrice dei salotti di dialogo To Be Verona, è andato il riconoscimento per un progetto aggregativo di network intelligente.

 

galbusera-destrobel-premio-associazioni

PREMIO ENTI LOCALI. Il primo comune fuso d’Italia è stato quello di Valsamoggia, in provincia di Bologna. Nato il 1 gennaio 2014 dalla fusione di 5 piccoli comuni, dopo un referendum popolare, Valsamoggia è oggi un caso nazionale per efficienza, ottimizzazione delle risorse e qualità dei servizi. Gli apripista del Veronese sono Alessio Albertini e Giovanni Molinaroli, rispettivamente sindaco di Belfiore e Caldiero al lavoro per la fusione dei due Comuni.

 

albertini-molinaroli-premio-enti-locali

PREMIO VERONESI PROTAGONISTI. Per i risultati professionali e i record ottenuti con l’A.C. ChievoVerona e per l’esempio di correttezza, passione e serietà dato alle nuove generazioni di sportivi il riconoscimento è andato a Sergio Pellissier. L’attaccante aostano, ma veronese d’adozione, è considerato da più parti una delle ultime bandiere del calcio moderno.

 

sergio-pellisier-premio-veronesi-protagonisti

VERONA NETWORK. Forte dell’esperienza riuscita nel 2016, Verona Network, il network territoriale veronese che riunisce realtà tra enti, istituzioni e aziende conferma anche per quest’anno, l’impegno a farsi promotore di occasioni di confronto in una logica propositiva per la città. Ad oggi Verona Network raccoglie 61 primari soci istituzionali e altre importanti realtà scaligere rappresentanti 3000 operatori economici e oltre 50.000 cittadini veronesi.