Una pizza contro la violenza di genere

Sono stati interamente devoluti al Centro Antiviolenza P.e.t.r.a. i 3 mila euro raccolti nella serata di degustazione pizza del 12 marzo scorso, tenutasi nella pizzeria Settimo Cielo di Pescantina nell’ambito di Ottomarzo. Femminile, plurale. Insieme alla titolare, Petra Antolini, altre sette colleghe pizzaiole arrivate da tutta Italia per il progetto Donne di pizza Donne di cuore Al centro della serata, la presentazione del centro P.e.t.r.a., per sensibilizzare i cittadini sul fenomeno della violenza contro le donne e i servizi messi in campo dal Comune per contrastarlo. Il progetto benefico proseguirà nelle prossime settimane a Napoli e L’Aquila.

È stata l’assessore alle politiche giovanili, Francesca Briani, a ricevere l’assegno di 3mila euro raccolti nella serata di degustazione pizza del 12 marzo scorso nell’ambito della rassegna Ottomarzo. Femminile, plurale. Soldi che sono stati interamente devoluti al Centro Antiviolenza P.e.t.r.a.

L’evento benefico si era tenuto nella pizzeria Settimo Cielo di Pescantina, dove  la titolare, Petra Antolini, insieme al altre sette colleghe provenienti da tutta Italia, hanno dato vita al progetto Donne di pizza Donne di cuore. Le altre pizzaiole, Enrica Causa, Marina Orlandi, Claudia Tosello, Giovanna Baratella, Paola Cappucci, Eleonora Massaretti e Marzia Buzzanca, hanno sfornato pizze per tutta la serata con otto varianti e impasti e farciture tradizionali. Al centro della serata, però, è stato il progetto P.e.t.r.a., presentato per sensibilizzare i cittadini sul fenomeno della violenza contro le donne e evidenziare i servizi messi campo dal Comune per contrastarlo.

“Non posso che ringraziarvi per questa libera donazione, davvero importante per il Centro P.e.t.r.a. e per le attività che promuove a sostegno delle donne, spesso giovani e con bambini, che hanno bisogno di protezione ma anche di altri tipi di sostegno. – ha dichiarato Francesca Briani – Fa inoltre piacere sapere che, dopo Verona, l’iniziativa verrà riproposta in altre pizzerie d’Italia, a dimostrazione che anche la generosità può essere presa d’esempio”.

Ora, infatti, l’iniziativa si estenderà nelle prossime settimane a Napoli e L’Aquila.