In via Marconi sta per nascere il bazar solidale di Fondazione Fevoss

Darà lavoro ad una ventina di persone che l’hanno perso, e si autososterrà grazie alle donazioni di capi di abbigliamento e mobili dei cittadini. Questo l’ambizioso progetto di Fondazione Fevoss Santa Toscana, che si fonda sulla filosofia del dono e del riutilizzo delle cose.

Un bazar solidale, per educare ad uno stile di vita più sobrio. Sono i valori del riciclo, del dono e della centralità della persona a far nascere il progetto di Fondazione Fevoss: una struttura di 250 metri quadrati più altrettanti di giardino, che sorgerà negli spazi dell’Istituto Assistenza Anziani di via Marconi per dare opportunità di lavoro a chi l’ha perso.  Il progetto sarà in grado, una volta avviato, di autofinanziarsi, attraverso la vendita di vestiti o di oggetti che saranno donati dai veronesi, proprio nell’ottica di un’economia circolare. Dai mobili ai tappeti, dai libri ai capi di abbigliamento: l’importante è che siano di qualità e in buono stato.

Una volta partito il tutto, nella struttura dovrebbero trovare lavoro una ventina di persone, nelle mansioni di gestione del negozio e del magazzino, in modo, come abbiamo detto, di dare lavoro a chi l’ha perso, o a quei giovani che non lavorano e non studiano.

La struttura sarà composta da tre luoghi: una zona socializzazione, una dedicato al mobilio e un’area dedicata all’abbigliamento.

Il progetto è realizzato da Associazione e Fondazione Fevoss Santa Toscana in collaborazione con l’Istituto assistenza anziani e Amia.

Cosa donare

Si possono donare alla Fondazione Fevoss Santa Toscana oggetti di qualità, nuovi oppure usati, ma in buono stato. Sono graditi soprattutto oggetti di antiquariato, modernariato, vintage, collezionismo, delle seguenti tipologie:

mobilio, soprammobili,quadri, tappeti, lampade

libri, riviste, cartoline, dischi, cd, dvd

giocattoli, strumenti musicali, attrezzi da lavoro

vestiti, accessori, borse, bigiotteria

Come donare

Si può contattare la Fondazione Fevoss Santa Toscana al numero 320 2409712 per comunicare la propria volontà di fare una donazione e per concordare le modalità di consegna. Se necessario un incaricato della Fondazione potrà venire a ritirare il bene donato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.