Fondazione Fevoss Santa Toscana, missione solidarietà (e tanti progetti)

Fondazione Fevoss

È nata da poco, lo scorso 11 febbraio, ma dimostra di avere un cuore grande la Fondazione Fevoss Santa Toscana.

di Redazione

IL SUO DNA si compone di due differenti anime: quella della Federazione Fevoss, realtà di volontariato attiva nel veronese dal 1987 per dare risposta ai bisogni di chi versa in difficoltà; e quella della Santa protettrice di infermi e bisognosi, a indicare la direzione del farsi prossimo. Ma tante altre sono le sfumature. La Fondazione guarda, non senza un’ambizione sorretta dalla fede dettata dalle Opere di misericordia, verso orizzonti ampi e lontani. «Con una missione precisa: prendersi cura della persona nella sua globalità. Ne sono dimostrazione le prime iniziative promosse», fanno notare Alfredo Dal Corso e Michele Romano, rispettivamente presidente e vicepresidente. Una solidarietà che si declina in vari ambiti, per raggiungere diverse umanità.

RACCOGLIE il desiderio espresso da un marito, Angelo Pasi, di ricordare la moglie prematuramente scomparsa la borsa di studio che la Fondazione Fevoss Santa Toscana ha indetto per premiare una tesi di laurea sull’ippoterapia. Un riconoscimento a sostegno della formazione delle giovani generazioni: ambito in cui con passione l’insegnante alla quale è dedicata l’iniziativa, Carla Guglielmi, ha speso la vita. Per incanalare la solidarietà in un circolo virtuoso dal 13 dicembre a fine gennaio, proseguono, «in via Santa Toscana a Veronetta apriremo, in locali adiacenti alla nostra sede messi a disposizione dalla Fondazione Cariverona, un bazar temporaneo: da una parte accoglierà generosi donatori disposti a regalare oggetti che non usano più, destinandoli a una buona causa. Dall’altra, darà modo ad acquirenti bisognosi di acquistare una strenna da mettere sotto l’albero». Un progetto che muove timidi passi, ma è destinato a diventare un’opportunità di inserimento lavorativo per soggetti svantaggiati. «Questo, come numerosi sogni che abbiamo nel cassetto, ha bisogno di aiuto e di persone – concludono con un appello – che sostengano la nostra missione con donazioni o diventando volontari». www.fondazionefevoss.org