Chef Perbellini torna tra i banchi di scuola con ProgettoMondo Mlal

Giancarlo Perbellini, il 29 marzo ha incontrato i bambini delle terze elementari dell’Istituto Giosuè Carducci di Borgo Venezia e, il 5 aprile, terrà una lezione di circa un’ora e mezza, a partire dalle 8.30, presso la scuola media Mario Mazza di Borgo Roma.

Sotto la guida dello Chef Perbellini, e con il suo aiuto, cinquantuno studenti avranno la possibilità di realizzare ricette sane e allo stesso tempo creative, due tratti che contraddistinguono la cucina dello chef scaligero. Anche grazie a queste qualità, il suo ristorante “Casa Perbellini”, in piazza san Zeno a Verona, ha conquistato nel 2015, a soli dodici mesi dall’apertura, due stelle Michelin: il “cuoco artigiano”, come Giancarlo Perbellini stesso ama definirsi, ha infatti sconvolto il modo di proporre la cucina gourmet, nel segno della semplicità complessa e puntando al riconoscimento di ciò che si mangia.

Da anni, inoltre, collabora al progetto “Mamma” promosso dall’ong veronese per combattere la malnutrizione in Burkina Faso: grazie all’impegno dei volontari di ProgettoMondo Mlal, viene spiegato alle mamme dei piccoli burkinabé come selezionare e cucinare gli alimenti presenti nel loro territorio, sfruttando e valorizzando così le risorse di cui possono disporre.

Una corretta educazione alimentare, secondo chef Perbellini, deve essere infatti coltivata sin dall’infanzia: “I bambini vanno spinti molto presto a conoscere e ad ascoltare ciò che mangiano” – sottolinea – “Ai più piccoli va data da mangiare qualunque cosa, con saggezza e moderazione, per dare loro un ampio ventaglio di gusti che possano restare nella memoria. Così da grandi, continueranno ad apprezzare  la cucina buona e anche equilibrata”.

In questa insolita esperienza didattica, lo chef sarà affiancato dagli operatori di ProgettoMondo Mlal: dal 1966, anno della sua fondazione, l’ong lotta contro la malnutrizione nel Sud del Mondo, senza però perdere di vista l’Italia, dove orienta i propri sforzi per diffondere il concetto di sostenibilità, anche in tavola. “La malnutrizione, ovvero l’ipo o ipernutrizione – evidenzia la responsabile del settore educazione di ProgettoMondo Mlal, Rossella Lomuscio – è un problema dalle dimensioni impressionanti che riguarda tutti, Paesi poveri e Paesi ricchi, perché incide irrimediabilmente sullo sviluppo fisico e cognitivo dei bambini malnutriti di oggi, ma anche perché minaccia da vicino la sostenibilità dell’intero pianeta. L’ingresso di Perbellini a scuola aiuta a responsabilizzare i ragazzi in modo originale e autentico, portando in “cattedra” un vero e proprio Maestro dei fornelli”.