Al via la raccolta fondi per Croce Bianca Verona

È a seguito della partenza dell’84° Corso per Aspiranti soccorritori, partito giovedì scorso, che la Croce Bianca Verona Pav Onlus ha deciso di dare il via ad una raccolta fondi che coinvolgerà le imprese e le realtà commerciali di città e provincia. Tra gli obiettivi della raccolta l’implementazione del parco ambulanze.

Autonoma, apartitica e senza fini di lucro. Croce Bianca Verona nasce nel 1979 ad opera di un gruppo di persone che decide di dar vita ad un’associazione di volontariato della provincia scaligera dedicata al soccorso e trasporto di feriti e ammalati. Attiva e riconosciuta anche come Nucleo Operativo Sanitario della Protezione Civile, pronto ad attivarsi con le squadre reperibili 24 ore tutto l’anno su tutto il territorio Nazionale, può contare su circa 300 volontari tra: soccorritori, autisti soccorritori e soci ordinari.

Una mission impegnativa che per essere sempre svolta al meglio ha continuo bisogno di mezzi e risorse. Da qui, la decisione di partire con una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi che dalle prossime settimane coinvolgerà le realtà imprenditoriali e commerciali del territorio, toccando città e provincia. “Ciò di cui l’associazione ha bisogno per garantire sempre un servizio di emergenza – urgenza e trasporti sanitari al top è formato da varie voci e capitoli di spesa che spaziano dai semplici dispositivi di protezione individuale, indispensabili per i soccorritori, o ausili specifici per i prematuri con cui corredare l’ambulanza neonatale, di poche centinaia di euro fino alle migliaia necessarie per un graduale rinnovamento del parco mezzi che comporta oneri di uscite ben più importanti”, elenca il presidente della Croce Bianca Pierluigi Verga.