“Adotta una famiglia vicina”, la nuova campagna della Caritas Veronese

Con l’arrivo del Natale, Caritas Diocesana Veronese si appella alla generosità dei veronesi e lancia la Campagna di solidarietà “Adotta una famiglia vicina”: un piccolo impegno verso le tante famiglie fragili e vulnerabili della Diocesi che potranno essere sostenute attraverso le donazioni in denaro, i beni materiali o anche solo donando ai servizi un po’ del proprio tempo.

Sono molte le famiglie a Verona che fanno fatica a vivere una vita senza la preoccupazione di poter offrire ai propri bambini un’alimentazione sana o la preoccupazione per la casa che si sta per perdere o che si è perduta, o ancora, le cure sanitarie a cui sempre più persone devono rinunciare. Sono 1.200.000 i minori in povertà assoluta in Italia e Verona è nella media nazionale per numero di bambini in grave situazione di povertà.

“Per sostenere questi nuclei familiari la Caritas Diocesana Veronese, con la Diocesi di Verona – spiega mons. Giuliano Ceschi, direttore della Caritas Diocesana – lancia un appello alla grande generosità dei veronesi per l’Avvento-Natale 2018 perché aderiscano alla campagna di solidarietà e pensino anche ai propri vicini in difficoltà. Un impegno che diventa, in questi tempi di crisi, un gesto di solidarietà che Gesù Bambino, per primo, ha scelto di vivere nei nostri confronti con la sua incarnazione e nascita a Betlemme. Basta rinunciare a poco per far felice una famiglia o un bambino e con la Campagna “Adotta una famiglia vicina” è possibile per tutti, basta scegliere uno dei progetti indicati di sostegno abitativo, alimentare o sanitario”.

Caritas Diocesana Veronese e le sue Reti sostengono le famiglie con: il recupero di appartamenti da immobili inutilizzati, l’accoglienza di nuclei monoparentali e donne sole in strutture di accoglienza protette e l’inserimento di nuclei familiari vulnerabili in appartamenti indipendenti e l’accoglienza in alloggi per la sperimentazione di una co-abitazione tra famiglie monoparentali.

Tra le inziative di Critas troviamo anche gli empori della solidarietà, un modello di sostegno alimentare e di riduzione dello spreco basato sull’integrazione degli interventi dei vari enti attivi nel contrasto al disagio socio – economico nella provincia di Verona. Il 36% degli alimenti distribuiti viene acquistato per garantire una dieta varia ed equilibrata ai beneficiari. Il 64% restante, invece, viene recuperato attraverso donazioni di aziende dell’agroalimentare o donato direttamente da privati cittadini.

Caritas Diocesana Veronese promuove anche la salute come diritto fondamentale attraverso il dispensario farmaceutico, che  garantisce l’accesso alla terapia,  l’ambulatorio Beato Carlo Steeb che dà accesso a cure odontoiatriche, dermatologiche e oculistiche gratuite e i laboratori per la prevenzione e promozione della salute.

Per donare è possibile fare un bonifico bancario con agevolazioni fiscali all’Associazione di Carità San Zeno Onlus – Banca Valsabbina S.C.p.A IT26 D051 1611 7030 0000 0002 340 oppure all’Associazione San Benedetto Onlus – Unicredit IT74 S02008 1177 000000 3989550, o ancora a Banca Valsabbina S.C.p.A IT67 M51 1611 7030 0000 0002 638.

Il bonifico a Caritas Diocesana Veronese – Unicredit IT10 I 020081177 000000 5616284 e Banca Popolare di Verona IT62 A 0503411750 000000 167142, sarà senza agevolazioni fiscali.

In alternativa è possibile contribuire tramite bollettino postale a Caritas Diocesana Veronese n° 10938371 (senza detrazione) e ad Associazione di Carità San Zeno Onlus n° 001006070856 (con detrazione).

Per maggiori informazioni, contattare il numero 0458302649  o scrivere una mail a donazioni@caritas.vr.it