“A scuola con CuoreChievo”, l’iniziativa solidale rivolta ai bambini ospedalizzati

È stata presentata questa mattina in Sala Arazzi, la nuova iniziativa solidale proposta dall’associazione CuoreChievo Onlus intitolata “A scuola con CuoreChievo”.

Il progetto, realizzato in collaborazione con il Miur provinciale di Verona, Ulss 9 e l’Azienda ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, è rivolto a bambini e giovani studenti ospedalizzati che, a causa della malattia e di costanti trattamenti terapeutici, non possono frequentare la scuola.

Per questo motivo “A scuola con CuoreChievo” mira a favorire una connessione diretta tra la didattica scolastica e quella ospedaliera e paraospedaliera senza delocalizzare lo svolgimento delle attività didattiche con progetti occasionali e parziali ma creando elementi strutturali della didattica quotidiana  a disposizione dei ragazzi.

Costruire una comunità educante, dialogica e collaborativa nella quale gli studenti possano sentirsi coinvolti anche se a distanza ma anche innovare la didattica in modo sistematico abbattendo l’isolamento, questi gli obiettivi che il progetto si pone di raggiungere attraverso l’uso delle nuove tecnologie e l’indispensabile collaborazione delle realtà promotrici.

Con i fondi che verranno raccolti si prevede l’acquisto del Sistema Cisco Spark educational suite, di 15 tablet per agevolare gli interventi didattici per bambini allettati e diversi kit e valigie tecnologiche che consentiranno ai ragazzi di seguire le lezioni interagendo con compagni e insegnati.

Il progetto è stato curato dai professori Alessandro Rigoni e Antonio Sparacino.