Villa Pullè al Ministero Economia e Finanza, avviato l’iter

Nei giorni scorsi, l’Inps, che è proprietario della storica dimora conosciuta come Villa Marioni Pullè ha comunicato al Comune di Verona di aver avviato l’iter per conferire l’immobile, che da anni versa in condizioni di profondo degrado, al fondo immobiliare chiuso i3-Silver. si tratta di un fondo di proprietà di Invimit Sgr Spa, società completamente controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Secondo quanto comunicato il passaggio si completerà entro la fine di quest’anno.

Finalmente abbiamo un dato certo su cui lavorare per la soluzione dell’annoso problema di Villa Pullè al Chievo, che è di notevole pregio artistico ma che ha subito non pochi danni per il lungo abbandono. Al di là di tutte le chiacchere fatte finora da vari consiglieri, adesso abbiamo finalmente un punto fermo su cui lavorare – spiega l’assessore all’Urbanistica Ilaria Segala – perché definisce con certezza tempi e progetti dell’Inps. Appena conclusa questa fase, insieme con la collega Edy Neri del Patrimonio ci confronteremo direttamente con Invimit Sgr per entrare in possesso dell’area di verde pubblico antistante piazza Chievo e impegnarci nel suo utilizzo. In questo modo, saremo in grado di calendarizzare i passaggi che permetteranno di mettere a disposizione di cittadini e residenti spazi verdi adeguati e nuovi servizi per tutto il quartiere”.

La villa è già stata inserita dall’Inps nell’elenco degli immobili selezionati come probabile destinazione a “senior housing” e per questo è oggetto di due diligence con l’obiettivo di valutarne il valore, prima del conferimento nel fondo. Il Mibact – Segretariato regionale per il Veneto ha già autorizzato il passaggio e, entro fine anno, lo storico immobile sarà conferito al fondo i3-Silver.