VAI 118: quando il codice rosso fa scattare il verde

È un nuovo progetto, unico in Italia, pensato per la sicurezza stradale e per il benessere del paziente. A fine anno il sistema sarà installato su tutti i semafori della città.

Se il codice è rosso il semaforo diventa verde. Si tratta del progetto pilota VAI 118 – Viabilità Assistita Intelligente, primo in Italia e a Verona, che è stato presentato stamattina alla stampa. Presente anche il sindaco che ha parlato di passo in avanti verso la cosiddetta “Smart City“.

Il funzionamento è semplice, ma innovativo e consiste in un sistema che “preferenzia” il passaggio delle ambulanze in codice rosso, in presenza di semafori, a vantaggio della sicurezza stradale e dei pazienti trasportati. Il servizio, predisposto dalla Centrale della Mobilità del Comune, è già attivo sui 62 impianti semaforici presenti nelle principali direttrici che portano ai due poli ospedalieri di Borgo Roma e Borgo Trento.

Alla base di VAI 118 c’è il dialogo costante tra le due centrali operative, quella comunale della mobilità in via Galtarossa e quella del Suem 118 di Borgo Roma che, grazie ai sistemi GPS, monitora costantemente gli spostamenti dell’ambulanza. Le ambulanze vengono quindi visualizzate lungo tutto il percorso anche dalla Centrale, che interviene predisponendo il verde quando i mezzi si trovano ad una distanza di circa 100 metri dal semaforo.

Il servizio, che rientra nel progetto comunale per la Sicurezza Stradale, realizzato in parte con il finanziamento regionale e in parte con i fondi europei del progetto Compass4D, conta di rendere attivi, entro l’anno, tutti i 160 impianti semaforici del territorio comunale.