Sicurezza: asse Polato-Altamura per combattere il degrado

Forze unite tra amministrazione e Polizia Municipale per combattere il degrado a Verona. Oggi la presentazione dei dati relativi al mese di luglio.

Ad un mese dall’insediamento del nuovo sindaco, il lavoro dell’amministrazione si fa già vedere. Sono quasi 400 le persone identificate e 267 gli interventi realizzati per oltre 100 violazioni nel solo mese di luglio.

Nel mirino il degrado; si parla quindi di bivacchi, prostituzione, accattonaggio, fenomeni contro i quali l’amministrazione sta lottando grazie anche al supporto operativo dell’assessore alla Sicurezza Daniele Polato. “Trasformare la sensazione di insicurezza in sicurezza, per poter vivere meglio il territorio”, questo l’obiettivo del sindaco.

“Noi abbiamo sempre detto che c’era una forte sensazione di insicurezza, e tutti gli interventi che sono stati fatti dimostrano che forse non era solo una percezione, ma c’erano tante situazioni oggettive di degrado”, ha commentato il sindaco.

Numeri che è stato possibile raggiungere grazie al lavoro degli agenti della Polizia Municipale, che in media hanno identificato 13 persone al giorno, con tempi di risposta alle segnalazioni dei cittadini tra gli 8 e i 12 minuti.

Questo è solo l’inizio – commenta l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato – è un percorso che porteremo avanti perchè la sicurezza è una priorità assoluta di questa amministrazione.

Ma l’assessore pensa già al Daspo Urbano, «ovvero la possibilità su segnalazione del sindaco che il prefetto emetta un dispositivo per cui al soggetto che delinque può essere indicato che non può più presenziare all’interno del territorio comunale».

Guarda il servizio di Tv7 Verona Network