Sabato, nei supermercati veronesi, si raccoglie solidarietà

Presentata stamane in comune dall’assessore ai Servizi sociali Stefano Bertacco insieme alla presidente del Banco Alimentare del Veneto Onlus Adele Biondani la 22ª edizione della Giornata nazionale della colletta alimentare. L’iniziativa solidale coinvolgerà 13mila supermercati sul territorio nazionale. A Verona, ad aderire alla giornata, 175 negozi che saranno presidiati dai 3.500 volontari del Banco Alimentare.

Omogeneizzati, pasta, sughi, olio, legumi e biscotti. Sono solo alcuni dei generi di alimentari di prima necessità che sabato 24 novembre sarà possibile donare a chi ne ha più bisogno grazie alla Giornata nazionale della colletta alimentare. Partecipare è semplice: basterà recarsi in uno dei 13mila supermercati aderenti in tutta Italia (a Verona e in provincia sono 175) e donare anche una piccola parte della propria spesa ai volontari presenti nei punti vendita.

L’obiettivo tutto veronese per questa 22° edizione è superare le 185 tonnellate di alimenti raccolte l’anno scorso, mentre a livello nazionale si aspira a superare il traguardo dei 16 milioni di pasti grazie anche alla possibilità di partecipare online sulle piattaforme di tre grandi catene di distribuzione, Auchan, Carrefour ed Esselunga. Un modo per consentire anche a chi non può recarsi al supermercato, di partecipare alla giornata nazionale dedicata alla raccolta di cibo a favore dei bisognosi.

A fianco del Banco Alimentare Onlus, organizzatore dell’iniziativa, numerose istituzioni e realtà del territorio, che uniscono le proprie forze in nome della solidarietà: Comune, Agsm, Banco BPM, Comfoter di Supporto, Alpini, Bersaglieri, Compagnia delle Opere Sociali. Il cibo raccolto sarà distribuito alle 214 associazioni del territorio che assistono oltre 36mila persone in difficoltà.

Tutte le informazioni, compreso l’elenco dei supermercati che aderiscono all’evento, sul sito www.bancoalimentare.it.

Guarda il servizio: