Record di iscritti per l’Università dell’Educazione Permanente

Inizieranno lunedì 8 ottobre le lezioni dell’Università dell’Educazione Permanente che quest’anno apre i corsi con il record di iscritti: ben tremila studenti. A presentare il nuovo anno scolastico in Gran Guardia, stamattina, l’assessore alla Cultura Francesca Briani.

L’Università dell’Educazione Permanente supera per la prima volta i 3 mila iscritti. Con 534 nuovi partecipanti, infatti, gli iscritti complessivi al nuovo anno accademico sono 3078, record assoluto per l’istituzione comunale che promuove la cultura e la socializzazione tra la popolazione non più giovanissima.

Più di 150 i corsi attivati per l’anno 2018/19, con 66 docenti impegnati in lezioni, laboratori e conferenze. Le lezioni, che si terranno nella sede di piazzetta santa Eufemia, inizieranno lunedì 8 ottobre per concludersi venerdì 10 maggio 2019. Ad illustrare oggi i dati di un anno di studi che si preannuncia molto vivo e partecipato, è stato l’assessore alla Cultura Francesca Briani, durante la tradizionale cerimonia di inaugurazione in Gran Guardia.

“Nessuna città ha numeri che uguagliano la nostra Università, che quest’anno supera il traguardo dei tremila iscritti – ha detto l’assessore Briani rivolgendosi all’auditorium gremito-. Fa molto piacere vedere così tanta e entusiasta partecipazione, a dimostrazione del successo di una realtà che, per la qualità del programma didattico, è sicuramente un’eccellenza a livello nazionale, oltre che un vanto per la nostra comunità. Ringrazio i docenti e tutto il personale, perché è grazie alla loro passione e al loro impegno che l’Università dell’Educazione Permanente continua a rappresentare per i cittadini un luogo di apprendimento ma anche e soprattutto di socializzazione e vitalità”.

Sul palco, insieme all’assessore, erano presenti il Rettore dell’Università dell’Educazione Permanente Luigi Giuseppe Grezzana, la rappresentante dei docenti Annamaria Conforti e il presidente del Comitato di partecipazione degli iscritti Gianfranco Zantedeschi.