Quello che c’è da sapere sugli Angeli del Bello

Puliscono le mura della città, rimuovono gli adesivi dai pali segnaletici, fanno crescere zone verdi in centro. Tutto per diffondere il senso civico e di appartenenza alla comunità

Da quando ci sono loro, abbiamo detto addio alle scritte selvagge sulle mura della città. Con gli Angeli del Bello in giro per il centro si respira un’aria nuova.

Quelle casacche arancioni che ogni tanto incrociamo ci ricordano il valore del senso civico e l’importanza del senso di appartenenza alla comunità.

Angeli del Bello esistono a Verona da ormai due anni e si ispirano al movimento di Firenze. I volontari si impegnano a cadenza settimanale su quelle che sono le zone più belle della città, per pulirle da scritte selvagge sui muri, e dai rifiuti abbandonati per terra.

Da qualche tempo anche i richiedenti asilo di Costagrande si prendono cura della zona sopra Ponte Pietra ogni domenica

E se è vero che il bello (e il bene) è contagioso, Angeli del Bello avrà il futuro che si merita