Papà del Gnoco 2018: stasera torna il “comizio” pubblico

verona incoronazione del papa del gnoco foto: sartori fotoland

Torna dopo 30 anni il famoso “comizio dei candidati”. Gli aspiranti allo scettro di Papà del Gnoco saranno difesi da avvocati che, con scherzose arringhe, dovranno convincere i veronesi a votare per il proprio assistito.

Si avvicina il carnevale e con esso l’arduo compito di scegliere il 488° Papà del Gnoco. Domenica 21 gennaio, infatti, i veronesi dovranno recarsi alle urne per votare il signore del carnevale 2018. Nel frattempo stasera, dalle 20.30, torna dopo 30 anni il “comizio dei candidati” che si svolgerà nella sede storica del Bacanal del Gnoco a Porta San Zeno.

Nel corso del comizio i candidati, Enrico Zecchetto, 35 anni detto “Scintilla” e Paolo Fabrello, 57 anni soprannominato “Molon”, saranno rappresentati da due avvocati, rispettivamente Carla Riolfi e Alverio Merlo, che cercheranno di schernire l’avversario per portare il proprio assistito alla vittoria. Moderatore della serata sarà Gianni Carli, detto “Balena”, eletto ben cinque volte Papà del Gnoco tra il 1961 e il 1983, a sua volta accompagnato da Valerio Corradi, presidente del comitato del Bacanal del Gnoco, che assicura una serata divertente e spassosa a tutti i partecipanti.