I medici per la pace in missione in Romania

È in piena attività il progetto internazionale di Medici per la Pace “Salute per tutti”, realizzato in collaborazione con il comune rumeno di Alba Iulia grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo. Il progetto mira a favorire l’inclusione sociale di bambini che vivono in condizioni di vulnerabilità, ad Alba Iulia, in Romania e a fornire loro servizi socio-sanitari riabilitativi.

Una delegazione di Medici per la Pace è da poco rientrata da una missione di monitoraggio del progetto “Sănătate Pentru Toți – Salute per tutti” che l’associazione di volontariato sta conducendo in Romania. Iniziato il 1° Novembre 2018 e con una durata prevista di 12 mesi, il progetto coinvolge il Comune di Alba Iulia e due organizzazioni attive su quel territorio: il Centro di Riabilitazione “Maria Beatrice” ed il Centro di Supporto e Ascolto “Sfanta Maria”. Lavorando in maniera congiunta, le due associazioni si occupano di fornire servizi di riabilitazione a bambini con disabilità psico-motorie nonché supporto psicosociale, economico ed educativo a questi stessi bambini e alle loro famiglie. La missione ha monitorato le diverse attività dedicate ai bambini affetti da patologie neuromotorie e al sostegno dei loro genitori.

Il Centro di Riabilitazione “Maria Beatrice” offre infatti a bambini affetti da gravi disturbi sessioni gratuite di riabilitazione neuro-motoria. A queste si affiancano cure odontoiatriche che devono essere praticate in anestesia, accompagnate dall’educazione all’igiene orale e dalla distribuzione di kit dentali gratuiti. Vista la particolarità delle situazioni cliniche dei bambini, infatti, persino la comune igiene orale può diventare un problema. Presso il centro “Maria Beatrice”, i genitori di bambini affetti da disturbi neuro-psicomotori hanno potuto seguire già tre seminari informativi sulle migliori tecniche di nutrizione da impiegare con i propri bambini. Mangiare da soli non è così scontato per tutti, così i genitori devono conoscere la postura corretta che i loro bambini debbono tenere per mangiare in sicurezza e sentirsi a proprio agio, i tipi di cibi che facilitano l’autonomia del bambino nel compiere questa azione quotidiana, e i diversi prodotti e le tecniche necessarie a rendere più agevole il momento del pasto. La delegazione di Medici per la Pace ha potuto osservare la soddisfazione dei genitori per questi seminari, che hanno offerto preziose informazioni per gestire la quotidianità dei propri figli. Esperti del centro si occupano anche della valutazione funzionale per il rilevamento precoce e la prevenzione di potenziali disturbi neuro-motori in neonati prematuri.

Presso il Centro di Supporto e Ascolto “Sfanta Maria”, si svolgono attività rivolte a bambini e ragazzi in situazione di disagio economico. Sono già 18 i bambini che hanno seguito delle attività educative sull’igiene orale e personale, e 36 i ragazzi che si sono affidati a servizi gratuiti di consulenza psicologica e legale. Inoltre, tutti i bambini e i ragazzi assistiti ricevono assistenza post-scolastica, erogata da tutor del centro, e beneficiano della somministrazione di almeno un pasto salutare al giorno, che altrimenti le loro famiglie non si potrebbero permettere.