Massimo Recalcati e “L’immagine dell’inesprimibile” a Giardino Giusti

Stasera, giovedì 31 maggio, il Festival della Bellezza cambia scenario e si trasferisce a Giardino Giusti. Ospite del quarto appuntamento della manifestazione sarà lo scrittore e psicoanalista Massimo Recalcati con una meditazione su L’immagine dell’inesprimibile dall’arte contemporanea agli artisti del 1900.

Dopo il filosofo Umberto Galimberti il palco del Festival della Bellezza si sposta stasera a Giardino Giusti per l’incontro su L’immagine dell’inesprimibile insieme al noto psicanalista Massimo Recalcati. La serata verterà su una riflessione dedicata all’arte contemporaneaai pittori del ‘900.

Arte e psicanalisi in un gioco di specchi per ritratti reciproci. L’inaudita apertura sul profondo, l’immagine come espressione dell’inesplorato, il simbolico a raffigurare la sostanza dell’invisibile. Artisti radunano ombre e colori su tele evase nello sforzo di offrire un volto all’assoluto, “voce al silenzio”. Le ferite della Bellezza. La poetica del reale come alterità inesprimibile.

Massimo Recalcati, psicoanalista, scrittore e comunicatore, all’attività scientifica e saggistica affianca incontri e interventi su temi d’attualità di taglio psicologico e sociologico. Professore di Psicopatologia del comportamento alimentare all’Università di Pavia e Psicoanalisi e Scienze umane all’Università di Verona, è fondatore di “Jonas Onlus: centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi”. Da maggio 2018 è protagonista del programma Lessico famigliare su Rai 3.