Guida cooperativa: Verona prima in Italia

Avvisa i conducenti dei countdown dei semafori, spegne automaticamente il motore quando si aspetta il verde. Questo e molto altro può fare il sistema, unico in Italia, di guida cooperativa, Compass4D.

È una sorta di “rete” intelligente quella che è attiva a Verona, unica città italiana in cui è presente il servizio di controllo centralizzato per la sicurezza stradale – ‘guida cooperativa’. Il sistema, creato per fare da supporto ai veicoli più recenti dotati di centralina di bordo, è stato realizzato dal Comune nell’ambito del progetto europeo Compass4D, illustrato ieri a palazzo barbieri nel corso del workshop informativo promosso da TTS Italia – Associazione Nazionale per la Telematica per i Trasporti e la Sicurezza.

Compass4D, realizzato con un finanziamento complessivo di 600 mila euro di cui 300 mila euro erogati dall’Unione Europea e 300 mila messi a disposizione dal Comune di Verona, è in grado di fornire utili informazioni ai conducenti e di portare innumerevoli benefici al traffico. Grazie, infatti, alla connessione a tutti i 162 impianti semaforici presenti sul territorio comunale, il sistema è in grado di fornire avvisi circa la velocità di approccio al semaforo, le manovre consentite agli incroci, il countdown che avvisa il conducente del tempo che manca all’accensione della luce verde e, per alcuni modelli di veicoli, l’automatico spegnimento del motore davanti al semaforo rosso al fine di ridurre le emissioni di CO2 e il consumo di carburante.