Festival dell’incontro: a Bardolino vescovo, imam e rabbino insieme per la pace

Siglato questa mattina a Bardolino, sotto una pioggia torrenziale, il cosiddetto “patto della Preonda”. Il vescovo Giuseppe Zenti, il rabbino Yosef Labi e l’imam Mohamed Guerfi hanno posto sotto l’antica pietra posta nella Piazza del Porto una targa commemorativa a ricordo del “I Festival dell’incontro”. Il tutto nell’ambito dell’iniziativa “Ponti di pace”, organizzato dall’istituto comprensivo “Falcone-Borsellino”, grazie all’intenso lavoro del professore di religione Frantz Kourdebakir, e che ha visto in questi mesi gli alunni delle scuole dell’obbligo  di Bardolino e Lazise compiere un “viaggio” alla scoperta delle tre religioni monoteiste.

E loro, gli studenti, nel corso della mattinata svolta all’interno della parrocchiale di Bardolino hanno accolto i tre massimi rappresentanti religiosi con canti ma soprattutto domande per capire meglio e per essere aiutati nella costruzione di un mondo migliore e di pace. Il tutto prima del saluto del sindaco di Bardolino Ivan De Beni che ha ricordato ai ragazzi come sia molto più difficile raggiungere la pace che litigare: “La vera sfida, il vero eroe è colui che cerca la pace, la fratellanza, la mediazione. Solo la pace vi rende felici”. Ad aprire l’incontro è stato il soprano Marina Madau e subito dopo il colorato coro della scuola “Anna and Angels of the Pop’s”.

Dopo gli interventi delle autorità e i dialoghi con gli alunni la Junior Band ha guidato il corteo di studenti, che hanno srotolato una bandiera lunga quindici metri della pace, verso la Preonda per l’atto conclusivo.