Colà Lacò-Cent’anni di solitudine: un intero paese in scena

Una grande performance di teatro partecipato quella che si terrà a Colà di Lazise domenica 25 febbraio. Gli abitanti del paese interpreteranno i personaggi vissuti in zona negli ultimi cento anni.

Quando Gabriel García Márquez scrisse Cent’anni di solitudine scelse Macondo, come luogo fittizio in cui ambientare le vicende delle ben sette generazioni della famiglia Buendìa. Ora le prospettive cambiano, e a cambiarle è l’attore e drammaturgo Nicolò Sordo che, con un’idea del tutto singolare, ha deciso di rispolverare il capolavoro dello scrittore colombiano e adattarlo ad una realtà locale: quella di Colà di Lazise.

Domenica 25 febbraio alle 17, alla Chiesa della Madonna della Neve di Colà, andrà in scena Colà Lacò – Cent’anni di solitudine, una performance di teatro partecipato in cui 50 abitanti vestiranno i panni dei personaggi vissuti nel paese negli ultimi cento anni. L’idea dello spettacolo è di Sordo (originario di Colà) che, con l’aiuto del musicista Roberto Zanetti (anch’egli di Colà) e dei collaboratori Enrico Ferrari e Sergio Bonometti, hanno contattato le persone del paese e le hanno guidate nelle prove. Numerosissime le adesioni degli abitanti, che per una serata potranno anche vestire i panni dei propri avi.

L’ingresso allo spettacolo è libero fino ad esaurimento posti.