Alla Fucina Culturale Machiavelli si indagano le città vivibili

Sabato 20 ottobre, a partire dalle 18, prende vita la nuova stagione di Fucina Culturale Machiavelli, dal titolo “Le città vivibili”. Ogni mese verrà lanciato un argomento che nella visione dei ragazzi di Fucina è un pilastro fondante della città vivibile ideale. La proposta è quella di scoprire un tema diverso ogni mese, cui si assoceranno di volta in volta concerti con l’ Orchestra Machiavelli, spettacoli teatrali, sempre con drammaturgie contemporanee, nuovi workshop e con la novità dell’introduzione di talk e approfondimenti.

La serata di sabato comincerà con un ospite, Renato Perina di Bagliori Associazione, che racconterà della sua esperienza di teatro ai margini, avendo portato quest’arte attraverso molti laboratori nel carcere di Montorio.

La serata procederà poi, dalle 21, con la presentazione del tema di ottobre, che è anche la prima città ideale della nuova stagione: chiamata “Marginaria”, è la città in cui ognuno sta al centro, con musica, quiz e giochi in pieno stile Fucina Culturale Machiavelli.

A dialogare con Perina lo scrittore Roberto Marri, con all’attivo il romanzo “Sete” e la raccolta di poesie “Primavere promesse”. Nella stagione 18.19 di Fucina #lecittàvivibili cura la rubrica letteraria #300secondi.  Il dialogo verterà sulle esperienze di teatro in carcere e sul concetto di marginalità, cercando di indagare il tema di ottobre che ci porta a #Marginaria, la città in cui ognuno è al centro.

 

L’evento è completamente a ingresso libero.  Per ulteriori informazioni potete contattare all’indirizzo email biglietteria@fucinaculturalemachiavelli.com oppure visitare il sito www.fucinaculturalemachiavelli.com.