C’è una mappa che mostra gli scorci meno noti della città e li racconta

Davide Peccantini ha realizzato una serie di percorsi, per turisti e cittadini, che portano alla scoperta di quartieri nascosti come San Giovanni in Valle, Veronetta e le mura di Cangrande.

Gli scorci più belli e nascosti della città, e come trovarli. Si parte dalla Funicolare per navigare tra le vie e la storia della zona est della città. Tre sono gli itinerari turistici tracciati da Davide Peccantini, presidente dell’associazione Quartiere Attivo: San Giovanni in Valle, le mura di Cangrande e Veronetta.
Ne “La Funicolare. Verona East Side” ci sono tutte le varie tappe con le spiegazioni storiche, la lunghezza del percorso, tempi di percorrenza e la difficoltà del tragitto.

Il punto di partenza dei tre percorsi urbani è la funicolare di Verona. Una volta giunti alla stazione di arrivo e, dopo aver goduto del panorama da Castel San Pietro, l’invito è quello di proseguire lungo le strade che si snodano nella zona collinare e che scendono verso la città.

La mappa è già stata stampata in 6 mila copie, in italiano e inglese, ed è distribuita nell’ufficio Iat di piazza Bra. Ma come anticipato dal presidente di Agec, che è partner dell’iniziativa, “si potrà trovare nelle stazioni di arrivo e partenza della funicolare e, in futuro, anche nelle 13 farmacie comunali”.