Bacanal del Gnoco: domani via al carnevale, ma in sicurezza

bacanal - carnevale 2020

L’assessore alle manifestazioni ha presentato la sfilata dei carri sottolineando la messa in sicurezza della manifestazione.

È stata presentata questa mattina, 7 febbraio, a Palazzo Barbieri la sfilata per il 488° Bacanal del Gnoco. Il carnevale veronese, che partirà domani giovedì 8 febbraio in piazza San Zeno, culminerà venerdì 9 con la sfilata dei carri lungo il centro storico a partire dalle 13.45. I gruppi che andranno a formare il corteo saranno 101 di cui tre stranieri: uno brasiliano, uno dai Paesi Bassi e uno polacco. I carri in concorso saranno 22, mentre quelli storici saranno dieci. In piazza Bra, dalle 11.30, gnocchi per tutti al costo di 3 euro. La festa proseguirà in piazza San Zeno fino alle 23.30.

In ottemperanza alla direttiva nazionale sulla sicurezza, per la prima volta il corteo sarà preceduto da due camion vela che proteggeranno i manifestanti e il pubblico, mentre 6 autocarri antisfondamento chiuderanno l’accesso al corteo dalle più importanti direttrici: via Pallone, ponte Navi, ponte Nuovo, ponte della Vittoria, corso Porta Palio e porta San Zeno.

Percorso. Il corteo sfilerà per 7 chilometri lungo corso Porta Nuova, piazza Bra (davanti alla Gran Guardia), largo Alpini, stradone Scipione Maffei, stradone San Fermo, lungadige Rubele, via Nizza, via Teatro Nuovo, piazza Viviani, via Cairoli, piazza Erbe, corso Porta Borsari, via Adua, via San Michele alla Porta, via Diaz, corso Cavour, corso Castelvecchio, largo Don Bosco, regaste San Zeno, piazzetta Portichetti, via San Giuseppe, piazza Corrubbio, piazza Pozza, per arrivare in piazza San Zeno.

Per consentire la sfilata, dalle 8 alle 20 di venerdì 9 febbraio sarà istituito il divieto di sosta lungo tutto il percorso, su entrambi i lati della strada; dalle 12.30, invece, scatterà il divieto di transito per tutti i mezzi, anche taxi e autobus, che verranno deviati su altri percorsi.

Si ricorda che per l’intera giornata del Venerdì Gnocolar sarà in vigore il divieto di utilizzare, lanciare e disperdere prodotti schiumogeni di ogni tipo e sorta (bombolette, schiuma da barba, ecc.). È inoltre vietato l’impiego di tutti i prodotti e le sostanze (uova, farina, ecc.) che possano imbrattare, molestare, arrecare danno alle persone e insudiciare e deturpare il suolo ed i beni esposti al pubblico. Ammesso l’utilizzo di coriandoli e stelle filanti, anche spray. Si ricorda che in caso di violazione al regolamento è prevista una sanzione amministrativa che va da 25 a 500 euro.