Al via il progetto della ciclopista che collegherà Mantova, Verona, Firenze

Un momento dell'incontro a Palazzo Barbieri dedicato alla pista ciclabile Sole

Da Mantova a Firenze in bicicletta, passando per Verona. Il prossimo 22 aprile verrà presentata la bozza di un progetto per la ciclopista del Sole, che colleghi direttamente Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Nel frattempo, la settimana prossima, i tecnici delle città coinvolte si ritroveranno a Verona per valutare le ciclopiste già presenti e i tratti da realizzare per completare l’opera.

Questa mattina in municipio a Verona l’incontro per fare il punto della situazione. Presenti l’assessore all’Ambiente Ilaria Segala, l’assessore regionale ai Lavori pubblici, infrastrutture e trasporti Elisa De Berti e i rappresentanti dei Comuni di Sona, Sommacampagna, Castelnuovo del Garda, Peschiera e Valeggio, che verranno attraversati dalla ciclopista.

Bologna è la capofila del progetto e si sta occupando dello studio tecnico dell’opera. Il Veneto sarà coinvolto per circa ventina chilometri, una parte dei quali nel territorio veronese (che dovrebbe essere finanziata per metà dallo Stato e per metà dalla Regione).

La pista definitiva potrebbe rappresentare un altro capitolo della mobilità sostenibile per il capoluogo scaligero, rilanciando al contempo il cicloturismo. Da nord, infatti, Verona si collega direttamente all’Austria, e il progetto di collegamento della pista dell’Adige con il Chievo va anche a vantaggio di questo comparto turistico, cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi anni e che vede Verona in una posizione strategica di assoluto prestigio.