Virtus Verona, sconfitta interna contro il Pordenone

Niente da fare per la Virtus Verona che ieri sera è caduta in casa per 0-2 contro il Pordenone. Il commento di Gigi Fresco: «Ho visto una squadra di baruffanti, l'arbitro doveva usare un metro diverso nei giudizi».

Virtus Verona
Foto d'archivio

Virtus Verona, sconfitta interna contro il Pordenone

Niente da fare per la Virtus Verona che ieri sera è caduta in casa per 0-2 contro il Pordenone, grazie alle reti di Candellone e Magnaghi. Gli ospiti si prendono dunque la vetta della classifica a quota sette punti, insieme con Pro Patria e Novara.

Il commento di Gigi Fresco: «Una squadra di baruffanti e picchiatori»

«Loro sono una squadra forte, si basano molto su buttare palloni in area da ogni parte del campo. Abbiamo fatto un grosso errore su un loro bel cross: non abbiamo pressato nei tempi giusti e quando arriva in mezzo una palla così veloce è un attimo che qualcuno la butta dentro. Nel secondo gol mi è sembrato ci fosse un fallo netto. Ho detto all’arbitro che quando vedi una squadra cattiva che picchia, anche con gomitate e falli, non puoi optare per arbitrare con le maglie larghe. Se vuoi fare un gioco inglese, devi farlo in base alle squadre che ci sono in campo».

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Ha poi aggiunto: «Ho grande stima nei confronti di un grandissimo allenatore come Mimmo Di Carlo e nei confronti della società. Ma non ho visto il loro stile oggi: ho visto una squadra di baruffanti e picchiatori. Noi siamo una squadra con tanti giovani, loro no: questa cosa l’abbiamo un po’ subita. Però l’arbitro, nel decidere che tipo di misura utilizzare, dovrebbe guardare chi c’è in campo. Penso che Talarico ha subìto 15 falli e gliene è stato fischiato uno. L’arbitro è in buonafede ed è stato coerente per come ha arbitrato. Però ha usato un metro che, per il tipo di squadra che era la loro, era il metro sbagliato».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv