Virtus multata per violazioni al protocollo Covid: «Faremo ricorso»

Arriva una stangata per la Virtus Verona che, in seguito alla Camera di consiglio del 31 maggio 2021 del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare, ha avuto confermati i deferimenti per l'allenatore Gigi Fresco e il dottor Stefano Angeli.

Virtus Verona Luigi Fresco
Gigi Fresco

Arriva una stangata per la Virtus Verona che, in seguito alla Camera di consiglio del 31 maggio 2021 del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare, ha avuto confermati i deferimenti per l’allenatore Gigi Fresco e il dottor Stefano Angeli.

Le sanzioni

Inibizione per 12 mesi e a un’ammenda di 12mila euro sia per Gigi Fresco che il dottor Angeli. La società Virtus è stata inoltre multata di 16mila euro.

LEGGI ANCHE Cambio di panchina al Chievo. Alfredo Aglietti firma per la Reggina

Le reazioni

In un post social la Società Virtus Verona esprime stupore per la decisione assunta dal Tribunale Federale Nazionale, da rimandare a presunte violazioni del protocollo anti-Covid. «La Società Virtus Verona, nell’annunciare che ovviamente presenterà ricorso contro una decisione considerata infondata, sottolinea come ogni iniziativa in merito alle disposizioni attuate circa il protocollo anti-Covid e’ stata, di volta in volta, preventivamente concordata con le autorità federali competenti» affermano.

«In merito ad alcune pubblicazioni di stampa, la Virtus Verona intende chiarire come il dispositivo sia da rimandare a presunte violazioni attuate durante la scorsa estate e che nulla c’entra il focolaio emerso prima della partita Play Off contro la Triestina» concludono.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM