Vetrocar CSS Verona, contro Roma arriva un pareggio rocambolesco

Nella prima gara dei preliminari che serviranno per stabilire la griglia per i Play Off Scudetto, le ragazze di Giovanni Zaccaria acciuffano la rete del 9 a 9 su rigore all'ultimo respiro.

Giorgia Prandini (Paul Take foto)
Giorgia Prandini (Paul Take foto)

Inizio di Preliminary Round Scudetto pieno di emozioni per la VetroCar Css. La squadra di Zaccaria recupera all’ultimo secondo la Liferbain Sis Roma, in una partita ormai andata. È il primo punto nella nuova fase per Verona, grazie al risultato di 9-9 (parziali 3-3, 1-5, 3-0, 2-1).

Le squadre iniziano a viso aperto, con tanto sprint e pure qualche errore di troppo. Al vantaggio di Carotenuto rispondono due centri sin troppo semplici di Galardi e Avegno. Gragnolati pareggia in pallonetto e propizia la fuga di Alogbo per il 3-3. Nella seconda frazione le ospiti prendono il sopravvento, annullando il team delle Monte Bianco e infliggendogli un parziale severissimo e meritato che le porta sull’8-4.

Zaccaria è furente e adopera l’intervallo per farsi sentire dalle sue giocatrici, che al cambio di campo si mostrano più abbottonate, pur subendo molto il gioco fisico avversario. Nel finale di periodo il match torna in vita: Bianconi trasforma un rigore, Roma ne fallisce uno dopo grandi proteste per un fallo non fischiato su Carotenuto lanciata a rete, Alogbo e Prandini buttano altri due palloni alle spalle di Sparano per il meno uno.

Il 9-7 di Avegno in apertura del tempo conclusivo sembra seppellire nuovamente le speranze gialloblù. Ma ecco il finale che non ci si aspetta: Bianconi segna a 15 secondi dalla sirena, la melina giallorossa si inceppa e Gragnolati ruba palla subendo poi fallo da rigore, che va a trasformare ad un istante dalla sirena per la gioia della VetroCar.

Provato e poco soddisfatto mister Zaccaria, nonostante il pareggio: «Era un match che dovevamo fare nostro. Abbiamo visto dove potevamo arrivare, ma troppi errori, nei passaggi e nei movimenti, oltre ad un secondo tempo che non voglio nemmeno commentare, ci hanno visto andare sotto di quattro».

«Ci abbiamo creduto di più – chiude il tecnico – ma dobbiamo crescere e domandarci perché non abbiamo portato a casa il risultato. Spero che questa partita ci possa dare comunque consapevolezza, insegnandoci ad avere più pazienza ».

VETROCAR CSS VERONA – LIFEBRAIN SIS ROMA 9-9
Parziali: 3-3, 1-5, 3-0, 2-1

Verona: Nigro, Esposito, Peroni, Zanetta, Sbruzzi, Alogbo 2, Marcialis, Perna 1, Gragnolati 2, Prandini 1, Bianconi 2, Carotenuto 1, Gabusi. All. Zaccaria

Roma: Sparano, Tabani 1, Galardi 2, Avegno 3, Giustini 2, Iannarelli, Picozzi, Sinigaglia, Papi, Di Claudio, Storai 1, Bianchi, Brandimarte. All. Capanna

Arbitri: Ferrari, Bianco

Uscite per falli: Di Claudio (R) e Tabani (R) nel quarto tempo

Superiorità e rigori: Verona 1/10 + 2/2 rig, Roma 1/6 + 0/1 rig

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM