VetroCar Css, in Eurolega subito sfide pesanti contro israeliane e spagnole

Da giovedì 18 a sabato 20 novembre la squadra di mister Zizza sarà di scena ad Atene per cercare di strappare uno dei tre pass che danno accesso al turno successivo.

Vetrocar CSS
Foto Paul Take

Siamo agli sgoccioli per l’inizio di una nuova avventura europea della VetroCar Css Verona. Da giovedì 18 a sabato 20 novembre la squadra di mister Zizza sarà di scena ad Atene per cercare di strappare uno dei tre pass che danno accesso al turno successivo. 

Nella passata stagione Bianconi e compagne giunsero ultime nel girone ospitato alle Monte Bianco. Stavolta la VetroCar potrà fare tesoro di quell’esperienza in cui molte atlete erano all’esordio assoluto in competizioni internazionali per club. Tuttavia il cammino delle scaligere nel girone A si preannuncia tutt’altro che agevole. 

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

L’inizio vedrà Verona opposta alle israeliane dell’ASA Tel Aviv in una sfida già pesante, in cui chi conquisterà i punti potrà continuare a sognare. Il giorno successivo la VetroCar affronterà le catalane del Club Natació Terrassa, quarta forza del campionato spagnolo che annovera in rosa le fresche vicecampionesse olimpiche Leiton Arrones, Pena Carrasco e quella Ortiz Munoz inserita nella squadra ideale di Tokyo 2020. La contesa mattiniera del sabato al Glyfada NC porterà la VetroCar a sfidare pure il fattore campo contro le elleniche padrone di casa due volte sul tetto d’Europa nei primi anni Duemila. Sempre sabato andranno radunate tutte le energie residue per l’ultima tappa infuocata contro la Dynamo Uralochka Zlatoust, semifinalista europea della passata stagione e degna avversaria in patria del Kinef Kirishi. 

Alla vigilia della partenza parla Giulia Giovannini, direttrice amministrativa della VetroCar Css. 

Secondo anno in Eurolega per la Css: quale importanza dà il club a questa competizione? 

«Disputare per il secondo anno una competizione a questo livello  è sicuramente motivo di orgoglio per noi. Avremo ancora la possibilità di confrontarci con altre realtà. Ma è anche il momento in cui ci voltiamo indietro e possiamo vedere il percorso fatto fino ad oggi». 

Qual è l’obiettivo circa l’Europa? 

«Non nascondo che ci aspettiamo un risultato, anche se non per forza la qualificazione al turno successivo. Crediamo di avere le carte in regola per disputare un buon torneo e i conti li faremo alla fine. Dopotutto mai dire mai». 

Qual è l’impressione sulla squadra dopo due mesi circa di lavoro? 

«È senza alcun dubbio pronta per disputare un campionato di alto livello. L’incontro con Roma ne è stata la prova per ritmo e gioco in tutte le frazioni di gioco. Le ottime individualità con una certa esperienza possono far crescere le giovani talentuose inserite in squadra, oltre che essere fonte di ispirazione per chi si avvicina al nostro sport». 

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM