Venplast, è vittoria contro Ferrarin

Si è chiusa con una netta vittoria per le padrone di casa la partita tra Venplast Dossobuono e Ferrarin.

venplast dossobuono

Buona la prima nella fase ad orologio per la Venplast Dossobuono che al PalaDossobuono supera il Ferrarin con un netto 34-27. Partita controllata senza grandi sforzi dalla Venplast, abile a mantenere un gap di sicurezza per tutti i 60 minuti, che ha consentito una buona rotazione di tutte le giocatrici presenti a referto.

Ferrarin però non ha sfigurato, anzi, dimostrando nuovamente quanto di buono visto nel nuovo anno solare. Con sole 10 giocatrici a referto e un’indemoniata Maida Cester, la squadra ospite ha tenuto alla grande il campo: a lungo andare però la Venplast ha messo sul piatto la propria maggior caratura, portando a casa meritatamente i due punti.

Drocchi segna le prime due reti del match, a dimostrazione fin da subito che la squadra ospite non lascerà nulla al caso. La Venplast impiega più di 5′ a sbloccarsi: lo fa con Novesi, per poi distendersi con un primo parziale di 4-0, dove Prudenziati colpisce a ripetizione in contropiede. Ferrarin contiene per qualche minuto l’emorragia, prima di concedere ancora campo alle padrone di casa che raggiungono il +6 al 19′ con Cacciatore, Mazzieri e Zanette. Marchegiani segna per il massimo vantaggio nella prima frazione sul 14-7 al 23′ e la Venplast, con le redini ben salde, rientra negli spogliatoi sul 17-11.

Nella ripresa la Venplast fissa il +8, concede un parziale di tre reti alle ospiti, e successivamente risponde in egual misura. Il massimo sforzo del Ferrarin si concretizza a metà ripresa quando Bersanetti timbra il -4. Uno svantaggio che però dura pochi istanti e che la Venplast muta sostanzialmente con una Mazzieri in grande spolvero e una Zanette difficilmente contrastabile. Il gap diventa incolmabile: Graziani contribuisce alla causa con 3 reti, Ronconi e Zanetti trovano soddisfazioni con la via della rete, e c’è spazio per il debutto in prima squadra della giovanissima U15 Linda Zorzella, che rileva la propria allenatrice nella formazione giovanile Laura Zanette. Tra i pali Accorsi, che sbarra più volte la strada alle giocatrici ospiti. La Venplast chiude sul 34-27.