Tre giovani della VetroCar Css Verona in A2 con la Pallanuoto Treviglio

Tre giovani atlete della VetroCar Css Verona si stanno facendo le ossa in A2, categoria inferiore, dove sono state accolte da Treviglio. Ecco come sta andando.

Valentina Sgrò - VetroCar Css Verona
Valentina Sgrò in acqua con la VetroCar Css Verona

Un progetto di crescita direzionato alil futuro: è questo quello che sta mettendo in atto la VetroCar Css Verona. La prima squadra di pallanuoto annovera in organico, al fianco di campionesse come Roberta Bianconi e Loredana Sparano, anche atlete giovani e giovanissime di belle prospettive. Qualcuna è sempre più presente sul grande palcoscenico, come Paola Di Maria, Mariam Marchetti e Vittoria Sbruzzi. Altre, più giovani, sono aggregate alla prima squadra per farsi le ossa e muovere le prime bracciate in A1 nelle situazioni ritenute più adatte dal tecnico Paolo Zizza. 

Tre di esse hanno iniziato la stagione agli ordini del tecnico campano, ma assieme a loro il club ha deciso di cercare un maggiore minutaggio per accrescerne l’esperienza. Beatrice Sgrò, Giada Zanoccoli e Valentina Sgrò da alcune settimane sono aggregate alla Pallanuoto Treviglio, che milita nel girone nord della serie A2. 

LEGGI ANCHE: I controlli della velocità a Verona dal 15 al 21 agosto

Zizza spiega la scelta: «Ho ritenuto che potesse essere un campionato importante per la loro crescita. Da settembre si allenano con la prima squadra dimostrando tanta voglia di imparare e migliorare. Abbiamo trovato l’accordo con il Treviglio e mi sento settimanalmente con il loro allenatore Antonino Palazzo, che mi aggiorna sui loro progressi. Quando posso vado di persona a vedere le loro partite, come ad esempio quella contro Rapallo, buona squadra con tante giocatrici di esperienza, dove le nostre hanno ben figurato».

La più grande delle tre, Beatrice Sgrò, spiega il valore di essere nel gruppo VetroCar e giocare con Treviglio: «Allenarsi con una squadra di A1 e con giocatrici con tanta esperienza è il miglior modo per crescere e migliorarsi. Altrettanto riuscire ad avere spazio in una squadra come il Treviglio, dove posso mettere a frutto il lavoro di preparazione svolto con la VetroCar». 

LEGGI ANCHE: Montorio: trovato un corpo senza vita e un cane poco lontano

«Le prime partite – le parole di Giada Zanoccoli – sono state faticose a livello di prestazione della squadra, visto che erano le prime volte che giocavamo effettivamente tutte insieme, ed a livello fisico dopo essere state ferme per molto tempo con i campionati. Ma sono servite per farci capire quali sono i nostri punti di forza e le nostre debolezze, dandoci spunti su dove è necessario migliorare. Mister Palazzo è un allenatore appassionato a questo sport che mette il 100% e tutta la sua passione in ogni allenamento e in ogni cosa che fa». 

Il nuovo mister aveva già lavorato con le tre “veronesi”, come racconta Valentina Sgrò: «Lo abbiamo già conosciuto a Brescia e lui, assieme alle altre giocatrici del Treviglio, tutte poco più grandi di noi, ci ha subito accolte e fatte sentire parte di un gruppo unito e con l’unico obiettivo di fare bene in questa prima esperienza in A2». 

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Nel Treviglio milita anche Ines Braga, giocatrice portoghese che ha giocato per diversi campionati con la VetroCar, ed ha già disputato tre giornate di campionato. Zizza si augura che questa esperienza porti il meglio possibile per le atlete del vivaio gialloblù: «Non possiamo che augurarci che queste tre ragazze continuino a lavorare con la serietà mostrata finora per migliorare sempre di più. È molto importante per loro ma soprattutto per la nostra società».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv