Tezenis domina Pistoia. Le vittorie stagionali ora sono 24

74 a 46 il risultato finale per la formazione scaligera che ha dominato la partita contro i toscani. Coach Ramagli: Quantitativamente la partita l’abbiamo sempre avuta in mano noi».

Coach Ramagli
Coach Ramagli

Ancora Verona, ancora Tezenis. I gialloblù di coach Ramagli proseguono nel proprio percorso mettendo ko anche la Giorgio Tesi Group Pistoia, formazione che occupa la terza posizione nel girone verde. La Tezenis vince 74-46 una gara giocata sempre avanti, fatta eccezione per i primi minuti di equilibrio. Poi un crescendo continuo e un secondo tempo di sostanza e qualità fino al massimo vantaggio di 30 punti raggiunto sul 72-42.

Ancora una volta coach Ramagli ha dato spazio a tutti gli effettivi distribuendo minuti e responsabilità durante la gara. Ora, ad una giornata dalla chiusura della fase ad orologio, la Tezenis, sale a quota 45 in classifica generale ad un solo punto da Scafati che però ha una gara ancora da recuperare.

La cronaca della partita

Inizio di gara equilibrato all’AGSM Forum. Johnson mette i primi tre punti per la Tezenis mentre Pistoia tiene il passo con Johnson e Saccaggi. Gli ospiti rimangono agganciati con la tripla di Utomi. La Tezenis prova a costruire il primo strappo. Sul 9-9, Anderson trova la sua prima tripla della gara (12-9) poi l’errore di Wheatle, dopo l’ottima difesa di Grant, valgono un nuovo possesso per i gialloblù capitalizzato con i due liberi di Johnson (14-9). Grant, dalla lunga distanza, buca la retina due volte consecutive, e la Tezenis vola sul 20-11. Al primo intervallo il punteggio è di 21-14. Ritmo elevato ad inizio del secondo quarto. Ancora Grant infiamma la retina poi Udom strappa applausi schiacciando il 28-20.Magro mette 4 punti consecutivi e Pistoia prova a tornare sotto (28-24). Ci pensa Anderson a costruire il canestro che ristabilisce il +6; Verona costringe Pistoia all’infrazione dei 24’’ e Johnson, su assist di Grant, appoggia il 32-24. Pistoia trova punti con Saccaggi, Verona risponde con Caroti e mantiene il vantaggio. Anderson apre l’ultimo minuto con la tripla del nuovo +9 (39-30) con coach Brienza costretto al time out.

La Tezenis raggiunge il massimo vantaggio, l’ultimo canestro del secondo quarto è di Caroti che fissa il punteggio sul 41-30.È un secondo tempo che si apre con grande intensità. Pistoia prova a mettere energia, la tripla di Anderson spegne l’entusiasmo degli ospiti tornando sul +10 (44-34). Caroti ruba due palle consecutive ma solo una porta fatturato per la Tezenis. Johnson mette il canestro del 46-34, appoggiando al vetro in contropiede e poco dopo la tripla del 49-34. La Tezenis non si ferma più, con Anderson e Casarin allunga ancora il break (53-34) fino al +19. Il terzo quarto si chiude, poco dopo, sul 60-37.Verona continua con grande intensità. Arriva sul +28 con la tripla di Casarin (68-40); Pistoia non trova più la via del canestro e il punteggio rimane inchiodato fino ai due liberi di Utomi a metà dell’ultimo quarto. Gli ultimi minuti non cambiano il senso del finale, si chiude con ampio margine. Vittoria Tezenis per 74-46.

Il Tabellino

Tezenis Verona – Giorgio Tesi Group Pistoia 74-46 (21-14, 20-16, 19-7, 14-9)
Tezenis VeronaKarvel Anderson 16 (3/5, 3/6), Xavier Johnson 14 (4/5, 1/2), Francesco Candussi 11 (5/7, 0/4), Sasha mattias Grant 9 (0/2, 3/4), Lorenzo Caroti 7 (2/2, 1/1), Davide Casarin 5 (1/4, 1/1), Liam Udom 5 (2/2, 0/3), Giovanni Pini 4 (2/3, 0/0), Nikola Nonkovic 2 (1/2, 0/0), Marco Spanghero 1 (0/2, 0/2), Guido Rosselli 0 (0/3, 0/1)Tiri liberi: 7 / 14 – Rimbalzi: 41 11 + 30 (Sasha mattias Grant 11) – Assist: 14 (Sasha mattias Grant 3)
Giorgio Tesi Group PistoiaDaniel Utomi 14 (2/4, 2/6), Jazz Johnson 9 (4/8, 0/1), Lorenzo Saccaggi 6 (2/6, 0/1), Joonas Riismaa 6 (0/2, 2/3), Gianluca Della rosa 5 (1/1, 1/3), Daniele Magro 4 (1/3, 0/0), Angelo Del chiaro 2 (1/3, 0/1), Carl Wheatle 0 (0/3, 0/0), Gregorio Allinei 0 (0/1, 0/2), Milos Divac 0 (0/0, 0/1)Tiri liberi: 9 / 11 – Rimbalzi: 23 4 + 19 (Carl Wheatle 6) – Assist: 5 (Lorenzo Saccaggi 2)

Il commento di coach Ramagli

«L’obiettivo era di usare energia ed intensità per alzare il ritmo perché loro sono una squadra molto solida che chiude l’area e che ha tendenza a giocare una pallacanestro molto sincopata. Invece era importante sporcare un po’ le loro esecuzioni, stare di più sulle linee di passaggio, controllare i rimbalzi, cercare di alzare un po’ il ritmo anche a costo di qualche errore perché alla fine avremo portato la partita su dei canoni più adatti alla nostra pallacanestro. Devo dire che se nel primo tempo loro sono stati competitivi e hanno sostanzialmente ribattuto colpo su colpo, alla distanza l’energia e l’intensità che abbiamo messo ha spaccato la partita in maniera definitiva. Quantitativamente direi che la partita l’abbiamo sempre avuta in mano noi e ad un certo punto l’abbiamo dominata a livello di energia e intensità. Questo era l’obiettivo: cercare di utilizzare questi strumenti per giocare una partita non camminata. Devo dire che i ragazzi sono stati molto bravi, soprattutto nella seconda metà della partita, a macinare gioco ed imprimere un’accelerazione alla gara che loro hanno fatto fatica a contrastare». 

radio adige tv

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈

RispondiRispondi a tuttiInoltra